TEANO: CROLLA IL SOFFITTO DURANTE LA LEZIONE IN UNA SCUOLA MEDIA.

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale, Scuola | Lascia un commento  

immagine di repertorio

Crolla il soffitto in testa in testa agli studenti. Una tragedia sventata ieri mattina alla scuola media di Teano (Caserta) grazie all’intervento della professoressa, che durante la lezione ha fatto rifugiare i ragazzi sotto i banchi.

«Un crollo ogni quattro giorni di scuola: ecco la vera emergenza sicurezza» dichiara Alessandro Fiorucci, resp. scuola del FGC «Gli studenti in pericolo nelle scuole italiane sono centinaia di migliaia. Le strutture scolastiche versano in condizioni preoccupanti e sono spesso prive dei certificati di agibilità, mettendo a rischio ogni giorno la vita di studenti e professori. Leggi il resto

12 OTTOBRE: STUDENTI IN PIAZZA CONTRO IL GOVERNO

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale, Scuola | Lascia un commento  

In questi giorni è suonata la prima campanella per milioni di studenti delle scuole superiori. Un’apertura dell’anno scolastico all’insegna della repressione e della continuità rispetto agli anni precedenti. Infatti, fin dalle primissime ore di lezione in centinaia di scuole si sono svolti blitz della polizia. Una stretta repressiva che, sotto lo slogan “Scuole Sicure”, si inserisce nella politica securitaria promossa dal Ministro Salvini e costruisce un clima asfissiante, che ci abitua a un ambiente scolastico sempre più autoritario. La ricetta del governo di fronte alle mille carenze e contraddizioni del sistema educativo sta nel sorvegliare gli studenti con nuove telecamere e controlli di polizia, sfruttando queste misure a scopo di propaganda. Leggi il resto

[FIRENZE] TEST MEDICINA. FGC: «DA QUESTURA ATTO INTIMIDATORIO. SOLIDALI CON MILITANTI FERMATI»

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale, Università | Lascia un commento  

*Comunicato della segreteria nazionale del Fronte della Gioventù Comunista in seguito al fermo di sei militanti del FGC, colpevoli di manifestare contro i test d’ingresso di medicina all’università di Firenze. I sei militanti sono stati portati in Questura e perquisiti. Un minorenne è stato condotto in una stanza separata e sottoposto a interrogatorio.

«Il fermo di sei militanti della gioventù comunista che distribuivano volantini contro i test d’ingresso operato oggi dalla polizia fiorentina è un atto intimidatorio che non fermerà la lotta della nostra organizzazione» Così in una nota la segreteria nazionale del FGC commentando i fatti di oggi. «Perquisizioni e interrogatori separati, per il solo fatto di aver distribuito un volantino che inneggiava all’uguaglianza sociale e alla difesa del sistema sanitario nazionale. Questa è la risposta di una polizia sempre più autoritaria, forte di un Ministro dell’Interno pronto ad istaurare un clima di repressione e di vero e proprio arbitrio. In ogni caso sempre più studenti si rendono conto dell’assurdità di questi test e anche oggi hanno dimostrato la loro solidarietà con la nostra lotta. Tutta la nostra organizzazione – conclude la nota – è solidale con i militanti fermati e darà battaglia al loro fianco, continuando a lottare per i diritti e il futuro della gioventù»

Buona Scuola, FGC: «Cinque Stelle difendono la scuola di classe. Bisogna cancellare la riforma di Renzi»

Scritto il by admin in Comunicati, Scuola | Lascia un commento  

«Chi non vuole abolire la “Buona Scuola” di Renzi difende un’istruzione di classe» il commento di Alessandro Fiorucci, responsabile scuola FGC, in seguito alle dichiarazioni di Salvatore Giuliano, preside proposto come Ministro dell’Istruzione dal Movimento 5 Stelle. «Nonostante i goffi tentativi di chiarire la posizione, le parole di Giuliano lasciano pochi dubbi e la dicono lunga sulla natura dei cinque stelle. Non voler abolire la Buona Scuola significa accettarne il significato e l’orientamento di fondo, limitandosi a proporre aggiustamenti a un progetto disastroso. Chi per anni ha fatto opposizione a Renzi e alle sue politiche oggi si rivela non molto diverso dai partiti che per anni hanno governato smantellando l’istruzione pubblica. Gli studenti non hanno bisogno di altre prese in giro, non ci facciamo alcuna illusione sulle forze politiche che vogliono governare servendo i poteri forti e l’Unione Europea» Leggi il resto

Buona Scuola, FGC: «Cinque Stelle difendono la scuola di classe. Bisogna cancellare la riforma di Renzi»

Scritto il by admin in Comunicati, Scuola | Lascia un commento  

 «Chi non vuole abolire la “Buona Scuola” di Renzi difende un’istruzione di classe» il commento di Alessandro Fiorucci, responsabile scuola FGC, in seguito alle dichiarazioni di Salvatore Giuliano, preside proposto come Ministro dell’Istruzione dal Movimento 5 Stelle. «Nonostante i goffi tentativi di chiarire la posizione, le parole di Giuliano lasciano pochi dubbi e la dicono lunga sulla natura dei cinque stelle. Non voler abolire la Buona Scuola significa accettarne il significato e l’orientamento di fondo, limitandosi a proporre aggiustamenti a un progetto disastroso. Chi per anni ha fatto opposizione a Renzi e alle sue politiche oggi si rivela non molto diverso dai partiti che per anni hanno governato smantellando l’istruzione pubblica. Gli studenti non hanno bisogno di altre prese in giro, non ci facciamo alcuna illusione sulle forze politiche che vogliono governare servendo i poteri forti e l’Unione Europea»

Leggi il resto

MILANO. BLITZ DEL FGC AL LICEO PARINI «VOLETE SOLO BORGHESI, NOI FIGLI DI OPERAI»

Scritto il by admin in Comunicati, Nord, Scuola | Lascia un commento  

 

Fumogeni, interventi al megafono e uno striscione a caratteri cubitali: «Volete scuole per borghesi e parolai, noi fieri figli di operai». È la protesta del Fronte della Gioventù Comunista (FGC) davanti al Liceo Parini di Milano, in risposta agli annunci classisti nei rapporti di autovalutazione delle scuole superiori, al centro di una forte polemica nazionale negli ultimi giorni. Leggi il resto

LANG (FGC): «RITOCCHI AL JOBS ACT ERANO MISURA SPOT, SI INVERTA ROTTA SU LAVORO»

Scritto il by admin in Comunicati | Lascia un commento  

«La polemica sollevata da settori interni al PD sugli emendamenti che avrebbero modificato la durata dei contratti a termine e l’indennizzo minimo per i licenziati è nulla più che un teatrino da campagna elettorale» – questo il commento di Lorenzo Lang, segretario nazionale del Fronte della Gioventù Comunista (FGC) – «La riduzione dei contratti a termine da 36 a 24 mesi non avrebbe portato a maggiori assunzioni a tempo indeterminato, semmai a un maggior turnover nelle assunzioni precarie. Per quanto riguarda gli indennizzi, di per sé non ha senso parlare di “stabilità” dell’occupazione dopo l’eliminazione della tutela del reintegro prevista dall’art 18. Si parlava di aumentare le occupazioni stabili aumentando l’indennizzo minimo per i licenziamenti, ma anche così la tutela sarebbe stata comunque inferiore. È un paradosso pensare che norme contrattuali e strumenti come quelli del Jobs Act, che di per sé nascono come attacco ai diritti dei lavoratori, possano essere utilizzati contro la precarietà. In Italia bisognerebbe parlare seriamente di lavoro e invertire la rotta sulle politiche di attacco ai diritti degli ultimi anni. La finta polemica che oggi viene sollevata dai settori PD vicini a Cesare Damiano, invece, sa tanto di teatrino pre-elettorale».

Contestazione agli “Stati Generali dell’Alternanza”. FGC «Teatrino di retorica per sfruttarci meglio»

Scritto il by admin in Comunicati, Scuola | Lascia un commento  

La contestazione organizzata dalla gioventù comunista agli Stati Generali dell’Alternanza Scuola-Lavoro”. Dopo il corteo degli studenti di ieri, presidiato il Ministero dell’Istruzione a Viale Trastevere.

Striscioni a caratteri cubitali, bandiere rosse e slogan gridati al megafono sotto il Ministero dell’Istruzione. Si aprono tra le proteste e le contestazioni gli “Stati Generali dell’Alternanza Scuola-Lavoro”, convocati oggi dal Miur per presentare la “Carta dei Diritti e dei Doveri degli Studenti” e una piattaforma online in cui si potranno segnalare gli abusi. In contemporanea rispetto al blitz sotto il Ministero, in centinaia di scuole da Nord a Sud gli studenti hanno inscenato proteste, assemblee e azioni dimostrative contro questo appuntamento. A organizzare la contestazione il Fronte della Gioventù Comunista (FGC), che da anni denuncia lo sfruttamento degli studenti in alternanza scuola-lavoro. Leggi il resto

Studenti in piazza a Roma contro gli “Stati Generali dell’Alternanza”. «Queste finte tutele sono una presa in giro»

Scritto il by admin in Comunicati, Scuola | Lascia un commento  

La partenza del corteo a Piramide Cestia. In centinaia hanno raggiunto il Ministero dell’Istruzioneper denunciare il teatrino di retorica organizzato dal Governo per il 16 dicembre.

Gli studenti tornano in piazza per protestare contro l’alternanza scuola-lavoro: con un corteo diretto al Ministero dell’Istruzione a Roma, centinaia di giovani si sono mobilitati in occasione degli “Stati Generali dell’Alternanza”, un appuntamento promosso dal Miur il 16 dicembre per presentare la “Carta dei Diritti e dei Doveri degli Studenti” e un sito sull’alternanza scuola-lavoro in cui si potranno segnalare problemi e abusi. Un teatrino di retorica, secondo gli studenti, che puntano il dito contro le finte tutele introdotte dal Ministro Fedeli. A promuovere la manifestazione di piazza i militanti del Fronte della Gioventù Comunista (FGC), che denunciano lo sfruttamento in alternanza fin dalla sua introduzione. Leggi il resto

Reggio Emilia. Vittoria comunista alle elezioni studentesche: Cotti (FGC) eletto Presidente della CPS

Scritto il by admin in Comunicati, Dai territori, Nord, Scuola | Lascia un commento  

La gioventù comunista vince le elezioni alla Consulta Provinciale Studentesca di Reggio Emilia, l’organo di rappresentanza di tutti gli studenti della provincia. Con il 40% delle preferenze, Emanuele Cotti è stato eletto Presidente della CPS, durante l’assemblea plenaria di lunedì 13 novembre. Un risultato che arriva a confermare una crescita di consensi per i giovani comunisti nelle scuole di Reggio, grazie al lavoro di propaganda e agitazione promosso fin ai primi giorni dell’anno scolastico. Leggi il resto