LICEI BREVI, FGC: «NESSUN BENEFICIO PER STUDENTI, MISURA VOLUTA DAI PADRONI»

Scritto il by admin in Comunicati, Scuola | Lascia un commento  

«Il liceo breve è una misura voluta dai padroni, senza nessun beneficio per gli studenti». È la dichiarazione di Alessandro Fiorucci, resp. scuola del FGC, in risposta al decreto firmato pochi giorni fa dal Ministro dell’Istruzione che in oltre 100 istituti (licei e tecnici) darà via alla sperimentazione del Liceo breve, ridotto a quattro anni invece che cinque, per l’anno scolastico 2018/2019.

«Da tempo in Italia si racconta che gli studenti sono “svantaggiati” rispetto ai coetanei europei in quanto escono da scuola con un anno di ritardo. Anche volendo prendere per vero questo aspetto, il punto è che nel nostro paese servirebbe prima di tutto ripensare i cicli didattici nel loro complesso, riorganizzando e migliorando la didattica. Il progetto delle superiori in quattro anni va nella direzione opposta, dietro il pretesto di adeguare il sistema educativo italiano agli standard europei. L’idea di “tagliare” un anno di scuola mantenendo la stessa mole di studio è a dir poco bizzarra, visto che in moltissimi casi le classi non riescono a concludere i programmi ministeriali e si gettano in una disperata corsa contro il tempo. È evidente che per rispettare i tempi si dovranno adottare metodi di insegnamento e di studio più semplicistici e stringati, svilendo la didattica nel suo insieme. Il progetto dei licei quadriennali si inserisce nel processo di dequalificazione della scuola in atto da anni, in linea con le esigenze delle imprese italiane, che puntano tutto sulla compressione dei salari per aumentare i profitti. Il capitale oggi chiede percorsi di istruzione veloci, in cui la conoscenza viene sostituita dalle competenze tecniche, in cui si sostituisce la fredda logica del know-how alla cultura. Ma questa è la scuola che vogliono i padroni, adatta a produrre lavoratori precari da spremere e buttar via. La logica che nasconde questa sperimentazione non ha nulla a che vedere nemmeno con la lotta alla dispersione scolastica: non sarà un diploma accorciato a risolvere il problema di migliaia di studenti che non finiscono le scuole superiori. Non provino a convincerci che si tratta di una misura a vantaggio degli studenti, perché piegare l’istruzione alle esigenze di profitto non rientra nei nostri interessi. Vogliamo un’istruzione di qualità, al servizio del popolo e dei lavoratori.»

DA GIORNALI DI DESTRA CAMPAGNA ANTICOMUNISTA CONTRO IL CAMPEGGIO DEL FGC

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  


Due recenti articoli, pubblicati rispettivamente dai quotidiani “Il Giornale” (link) e “Il Secolo d’Italia” (link), tentano una improbabile equiparazione tra la vicenda della spiaggia di Chioggia e il campeggio nazionale del FGC che quest’anno terrà la sua quarta edizione a Roccella Jonica. La tesi delle due testate di destra è la seguente: si polemizza sulla spiaggia di Chioggia ma non sul campeggio del FGC, l’apologia di fascismo è reato, quella di comunismo no.

Quello che il Giornale e il Secolo d’Italia stanno chiedendo, in realtà, è che si arrivi a vietare un’attività di un’organizzazione politica giovanile semplicemente per le sue idee comuniste. L’attacco del Giornale al nostro campeggio si inserisce in una più ampia campagna anticomunista, che attraverso l’assurda equiparazione fra il socialismo e il fascismo, mira alla criminalizzazione del movimento operaio e comunista. Ma la storia di milioni di lavoratori che hanno lottato e lottano per i propri diritti, per un futuro di pace e giustizia sociale, non può essere equiparata agli orrori del nazifascismo. L’equiparazione fra il fascismo e il socialismo è da sempre il primo passo che si compie per anticipare la repressione anticomunista. E l’errata impostazione da parte del PD della questione fornisce ovviamente il pretesto per questa operazione. Per questo vorremmo fare alcune precisazioni, con richiesta di pubblicazione della rettifica alle testate interessate:

- In Italia è esistita una dittatura fascista. I comunisti hanno rappresentato la principale forza di opposizione al fascismo, lasciando migliaia di giovani caduti per la liberazione del Paese dal nazi-fascismo. Il principale contributo di sangue alla costruzione di un’Italia democratica, i cui ideali sono purtroppo stati traditi, è stato proprio dei comunisti. Piaccia o no agli autori degli articoli la verità storica è questa, e dopo sessant’anni è ora di farsene una ragione;

- Il sito del campeggio non è uno stabilimento balneare in concessione a un gestore, ma una struttura locale privata, che viene affittata dall’organizzazione. Tale struttura è sita nelle vicinanze di una spiaggia libera utilizzata all’occorrenza, insieme ad altri liberi fruitori della spiaggia;

- Il FGC non è un centro sociale, ma un’organizzazione politica. Qualsiasi tentativo automatico di fare parallelismi generici è privo di riferimenti alla realtà e denota scarsa conoscenza e notevole approssimazione da parte degli autori.

- In cinque anni di attività politica nessun caso della presunta “violenza” che viene fra le righe attribuita alla nostra organizzazione, è stato mai imputato ad un nostro militante, a differenza di quanto accade per le organizzazioni giovanili della destra neofascista. Al campeggio si svolgono attività aggregative, culturali e sportive e di natura politica, con tornei sportivi, cineforum, assemblee studentesche. I pericolosi slogan anti-imperialisti ed estremisti, di cui parla il Giornale, altro non sono che una azione svolta lo scorso anno contro la prospettiva di un intervento militare italiano in Libia. Ma il pessimo giornalismo è capace di trasformare persino un’azione contro la guerra e in difesa della pace in un inneggiamento alla “violenza”…

- Sostenere in modo più o meno esplicito la “pericolosità” di un’organizzazione dato “l’uso di violenza” o che nel nostro campeggio si “incita alla violenza”, si chiama diffamazione.

- Al momento ci limitiamo a ringraziare le testate per la pubblicità gratuita ricevuta, in attesa di valutare margini legali per ulteriori azioni e eventualmente festeggiare più lautamente con quanto verseranno nelle nostre casse a titolo di risarcimento per le affermazioni non veritiere e calunniose contenute negli articoli. Soldi che ovviamente saranno reinvestiti nell’azione di lotta del FGC.

——-

Alleghiamo foto e video delle precedenti edizioni del campeggio del FGC, per permettere a chiunque di rendersi conto della reale natura di questo evento, ben lontana da come vorrebbe dipingerlo la stampa di destra.

Qui il video della terza edizione (2016).

Qui le foto della terza edizione (2016)

Qui le canzoni di lotta e della Resistenza criticate negli articoli

Qui le foto della seconda edizione (2015)

Appello per la costruzione di una grande mobilitazione per il Centenario della Rivoluzione d’Ottobre

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  

Il prossimo 7 novembre cadrà il centesimo anniversario della Rivoluzione d’Ottobre. Da quella rivoluzione nacque il primo Stato socialista della storia dell’umanità, governato dai lavoratori e dal loro partito. Per quasi un secolo i lavoratori e i popoli oppressi di tutto il mondo hanno guardato all’Unione Sovietica sapendo che essa incarnava le loro migliori speranze e aspirazioni. In vista di questa ricorrenza, il Fronte della Gioventù Comunista fa appello a tutta la gioventù, ai lavoratori, ai comunisti per costruire a Roma una grande mobilitazione nazionale, operaia e comunista, in occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre.

Leggi il resto

TRUMP CONTESTATO, STRISCIONE AL COLOSSEO: «NOT WELCOME»

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  
Chi firma accordi per 100 miliardi di forniture di armi all’Arabia Saudita, principale sponsor del terrorismo; chi bombarda la Siria; chi tenta di rovesciare il governo venezuelano di Maduro; chi intende confermare e appesantire la politica di blocco economico contro Cuba; chi minaccia la guerra con la Corea del Nord; chi sostiene gli interessi imperialistici dell’oligarchia finanziaria americana in tutto il mondo non è il benvenuto a Roma.

PINOTTI PROPONE IL SERVIZIO CIVILE OBBLIGATORIO. FGC: «NON CI FAREMO SFRUTTARE»

Scritto il by admin in Comunicati, Lavoro | Lascia un commento  


«Non siamo disposti ad accettare un servizio civile che non sarebbe altro che l’impiego obbligatorio della gioventù in lavori sottopagati» – questa la dichiarazione di Lorenzo Lang, Segretario Nazionale del Fronte della Gioventù Comunista, in risposta alla proposta del Ministro della Difesa Roberta Pinotti di introdurre una forma di servizio civile obbligatorio.
Leggi il resto

FGC: CONDANNIAMO LA REPRESSIONE ANTICOMUNISTA E L’ARRESTO DEI QUADRI DEL PCOR

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Il Fronte della Gioventù Comunista condanna l’arresto del compagno Alexander Batov, membro del CC del PCOR (Partito Comunista Operaio di Russia), responsabile nella città di Mosca del Rot Front e presidente onorario della RKSM(b) (Lega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria Bolscevica), insieme a quello di altri compagni e quadri del PCOR e del Rot Front, tra cui il responsabile di Nizhny Novgorod.
Leggi il resto

NO ALLA GUERRA IN SIRIA!

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale, Nazionale | Lascia un commento  


Il Fronte della Gioventù Comunista condanna fermamente l’aggressione imperialista avvenuta nei confronti della Siria da parte delle forze armate degli Stati Uniti. L’attacco missilistico contro la base di Al Shayrat è la dimostrazione che negli scorsi giorni abbiamo assistito ad una battente campagna mediatica volta giustificare un intervento militare diretto contro la Siria dietro lo spauracchio dell’utilizzo delle armi chimiche anche in assenza di prove, come già tentato nel 2013 e come accaduto nel caso dell’aggressione imperialista all’Iraq nel 2003.

Condanniamo, come abbiamo fatto sin dall’inizio dell’esplosione del conflitto, i piani di spartizione della Siria e gli enormi interessi monopolistici, legati soprattutto alla posizione strategica di quel paese sul tracciato del progetto del più grande gasdotto del mondo, alla base di un potenziale escalation militare e nel complesso le politiche imperialiste di USA e UE che hanno condotto alla guerra civile in Siria tramite il finanziamento di forze islamiste e terroriste, con gravissime conseguenze per il popolo siriano. Ribadiamo la nostra piena solidarietà al Partito Comunista Siriano, all’Unione della Gioventù Comunista Siriana – Khaled Bagdash e a tutto il popolo siriano, e il sostegno alla loro lotta condotta da anni in condizioni durissime.

Leggi il resto

SOLIDARIETÀ ALLA GIOVENTU COMUNISTA RUSSA DI FRONTE AGLI ATTACCHI TERRORISTICI DI SAN PIETROBURGO

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Alla Lega della Gioventù Comunista Leninista

Alla Lega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria (bolscevica)

Cari compagni,

in seguito ai brutali attacchi terroristici nella città di San Pietroburgo, vi esprimiamo la nostra solidarietà a nome della gioventù comunista italiana.

Leggi il resto

25 MARZO IN PIAZZA CONTRO L’UNIONE EUROPEA CON IL PARTITO COMUNISTA

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  

 

Il 25 marzo il Fronte della Gioventù Comunista (FGC) sarà in piazza a Roma al fianco del Partito Comunista per manifestare contro l’Unione Europea in occasione dei 60 anni dei trattati istitutivi della CEE, della Ceca e dell’Euratom, le tre antenate dell’Unione Europea. In quell’occasione i primi ministri e i capi di stato europei saranno a Roma per celebrare l’anniversario e ribadire il loro accordo alle politiche antipopolari della UE. I lavoratori e i popoli europei subiranno in quei giorni il culmine di una campagna di disinformazione e propaganda a favore della UE che va avanti da mesi, con spot televisivi, concorsi pubblici, iniziative nelle scuole e nelle università, con lo scopo di conquistare consenso popolare alle politiche europee e convincere le classi popolari che non esiste alcuna alternativa alla UE e a questo sistema. Il Partito Comunista scenderà in piazza il 25 marzo alla fine di una campagna di informazione sulla natura reale della UE che i militanti stanno conducendo in tutta Italia nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nelle università. In questi sessant’anni l’Unione Europea ha: Leggi il resto

FGC CONTESTA TSIPRAS ALLA SAPIENZA: «CHI VENDE IL SUO POPOLO NON È IL BENVENUTO»

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Oggi l’università La Sapienza, a Roma, ha ospitato un incontro con il primo ministro greco Alexis Tsipras promosso dal Partito della Sinistra Europea, intitolato “a Europe for the people and by the people”, cioè “un’Europa dal popolo e per il popolo”. L’iniziativa è stata contestata dal Fronte della Gioventù Comunista (FGC), che nei giorni scorsi ha diffuso manifesti e volantini contro l’arrivo del premier greco, e dal Partito Comunista (PC).

Leggi il resto