FGC ROMA: SOLIDARIETA’ AI RAGAZZI AGGREDITI A MONTESACRO.

Scritto il by admin in Centro, Comunicati | Lascia un commento  

Ieri notte alle ore 2.40 del mattino durante una festa organizzata al Parco d’Aguzzano (zona Monte Sacro, Roma) alcuni fascisti di zona hanno fatto irruzione muniti di caschi, mazze, catene e tirapugni aggredendo barbaramente i ragazzi presenti. Tutti i partecipanti sono stati aggrediti indistintamente, non solo alcuni compagni dei collettivi autonomi della zona ma anche ragazzi e ragazze del tutto estranee al mondo della politica. Questo è l’ennesimo atto di intimidazione del braccio armato della giunta di Alemanno . L’ennesimo atto votato a soffocare la libera attività politica e ostacolare il lavoro dei compagni delle tante realtà romane. Non è la prima né sarà l’ultima volta.
Non ci aspettiamo risposte o formule di finta solidarietà da parte del sindaco e da chi con lui dimostra ogni giorno il proprio sostegno, economico e non, verso quelle persone, quei volti responsabili di tali atti. Ci appelliamo all’opinione pubblica, alla gente che vive e che abita i quartieri colpiti dall’infamia fascista, ci appelliamo a tutti coloro che ogni giorno rimanendo indifferenti di fronte a queste aggressioni diventano complici degli aggressori stessi. Non ci rivolgiamo invece alla giunta del sindaco, a coloro che nella nostra città sono responsabili della permanenza di tali gruppi. Agli aggrediti va la nostra più sincera solidarietà.

Contro  i fascisti e i loro padroni, sempre accanto a chi lotta, non un passo indietro.

FGC Roma.

 

CINECITTÀ; «FGC LANCIA CAMPAGNA DI SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI DAVANTI AI CINEMA»

Scritto il by admin in Centro, Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  

«Se dico Cincecittà tu a cosa pensi?» questo il titolo della campagna di solidarietà lanciata dal Fronte della Gioventù Comunista di Roma per difendere Cinecittà ed i suoi posti di lavoro. A partire da oggi i giovani dell’FGC distribuiranno volantini informativi davanti ai cinema della provincia di Roma. Per oggi sono previsti i primi cinque volantinaggi, che proseguiranno nei prossimi giorni, in diversi orari. «Dopo aver parlato con i lavoratori di Cinecittà nei giorni scorsi – ha dichiarato Lorenzo Lang segretario del Fronte della Gioventù Comunista di Roma, e consigliere di presidenza della Consulta degli studenti di Roma – abbiamo pensato che era necessario fare qualcosa per smuovere l’opinione pubblica ed i cittadini e far conoscere la realtà di quanto sta accadendo in questi mesi a Cinecittà.» «Il piano di Abete  - dichiara l’FGC – prevede di sparpagliare i lavoratori cedendoli o dandoli in affitto ad altre società che operano in settori diversi (possibilmente anche controllate dalla stessa holding), in modo da potersene liberare nel medio periodo, aggirando il fatto che l’attuale contratto nazionale a cui sono vincolati non prevede cassa integrazione e mobilità. Dietro la scusa della mancanza di lavoro si cela il vero interesse economico. L’area su cui sorge Cinecittà fa gola agli interessi dei costruttori e della speculazione edilizia, che stravolge Roma in nome del profitto di pochi gruppi finanziari. Così nell’area di Cinecittà si parla di costruzione di un albergo, parcheggi, piscine, palestre.  L’unico ostacolo a questo piano sono proprio i lavoratori.» Leggi il resto

ROMA, ATAC: VOLANTINAGGI CONTRO AUMENTO BIGLIETTO.

Scritto il by admin in Centro, Comunicati | Lascia un commento  

L’aumento del biglietto dell’ATAC ad un euro e cinquanta è la prova esemplare di come in Italia si faccia pagare la crisi direttamente alle famiglie. Paghiamo in questo modo le scelte del governo, i dicktat dell’Unione Europea, il peso della speculazione dei grandi gruppi internazionali che aumenta il debito pubblico. Non è un caso che gli aumenti stiano riguardando in questi mesi molte città italiane (a Milano l’aumento è scattato a settembre) e non solo il trasporto, ma anche l’erogazione di altri servizi “pubblici”. Tra il non pagare il debito e mandare in bancarotta le famiglie italiane lo Stato ha scelto la seconda ipotesi. Tutto questo unito alla pessima gestione comunale di Alemanno, comprese le assunzioni facili ai vertici delle municipalizzate, viene scaricato direttamente sulle famiglie. Gli studenti in particolare saranno fortemente penalizzati, essendo soppresse le agevolazioni sugli abbonamenti. A questo punto invitiamo tutti a non pagare il biglietto e ribellarsi contro l’ennesima misura antipopolare. È il debito pubblico che non va pagato, e da oggi anche il biglietto dell’autobus.

A partire da questa settimana il Fronte della Gioventù Comunista è impegnato in volantinaggi nelle fermate metro ed autobus per informare sulle reali ragioni dell’aumento, che nulla hanno a che fare con l’efficienza del servizio, ed invitare tutti i lavoratori e gli studenti a ribellarsi contro questo aumento iniquo.