SPAGNA. FGC: «SOLIDALI CON LOTTA DEI MINATORI»

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni,

a nome del Fronte della Gioventù Comunista (Italia) vogliamo inviarvi la nostra piena solidarietà per la lotta che con orgoglio, forza e coraggio state conducendo. Nonostante la censura dei giornali e delle televisioni le immagini della vostra «marcha negra» sono arrivate anche in Italia.

La decisione della chiusura delle miniere in Spagna è frutto della stessa logica che impone al nostro paese la chiusura di settori importanti della produzione. Le vostre miniere non chiudono perché sono vecchie, anti-economiche, o inquinanti, come dice il governo e la stampa. Le vostre miniere chiudono perché bisogna far spazio al profitto della grandi società monopolistiche internazionali, che con la chiusura delle miniere europee, vedranno aumentare i loro profitti, a danno della condizione di migliaia di lavoratori, sempre più sfruttati o licenziati.

Come sempre i grandi gruppi economici dettano la linea, l’Unione Europea trasforma in direttive e regolamenti i loro interessi economici, che così assumono il valore di legge, e i governi nazionali si limitano ad eseguire il compito, senza nessuna autonomia, senza nessuna sovranità dello Stato.

Siamo tutti vittime di questa condizione. Che si tratti di minatori, operai, studenti, giovani lavoratori precari, quale che sia la lingua che parliamo e il paese in cui viviamo, la logica è sempre la stessa: i grandi interessi economici prevalgono sui diritti, sul lavoro, sul futuro.

Come giovani viviamo la stessa condizione dei giovani in Spagna, con tassi di disoccupazione altissimi, lavoro precario e senza diritti per quelli che riescono a lavorare, un accesso all’istruzione e all’università sempre più difficile. Non c’è alcuna frontiera che divida la nostra condizione.

Cari compagni, la nostra solidarietà non è un gesto formale. Sappiamo che la vostra lotta è anche la nostra e che solo attraverso una vera unità delle lotte a livello europeo, uno stretto coordinamento e una stessa direzione sarà possibile vincere insieme. Perché le miniere e ogni posto di lavoro, sono di chi lavora ed il futuro non è il capitalismo.

Hasta la victoria!

Le ragioni della protesta dei minatori spagnoli

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

La protesta è partita dalle Asturie, da Leon, Palencia, Aragona e Castiglia, le regioni minerarie che saranno colpite maggiormente dalla decisione del governo spagnolo, conformemente agli indirizzi della UE, di interrompere le sovvenzioni all’attività di estrazione mineraria, decretando la chiusura delle ultime miniere di carbone della Spagna. La «marcha negra» è così arrivata a Madrid, incontrando il favore della popolazione spagnola, proprio nel giorno in cui il governo Rajoy ha annunciato il pesante pacchetto di tagli. Nel complesso sono circa 8.000 i posti di lavoro a rischio che con l’indotto supererebbero di gran lunga i 30.000, in una situazione, quella spagnola, che vede già altissimi tassi di disoccupazione. Solo l’imponente manifestazione a Madrid ha rotto la cortina di silenzio che i media europei avevano applicato sulla protesta dei minatori. Ma quali sono le ragioni di questa protesta? Analizziamo alcuni elementi. La prima ondata di chiusura delle minisere in Spagna fu quella degli anni ’90, contemporanea alla grande ondata di dismissione dell’attività di estrazione mineraria in Europa. Molti ricorderanno la strenua resistenza dei minatori inglesi ai provvedimenti della Tatcher, così come la chiusura di gran parte delle miniere del Sulcis, in Sardegna, o nella Ruhr. In quella vasta operazione di dismissione, la Spagna vide una riduzione di circa l’80% dei lavoratori impiegati, con pesanti ripercussioni anche sull’indotto. Leggi il resto

Saluto della KNE alla nascita del FGC

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni,
A nome del Consiglio Centrale della Gioventù Comunista di Grecia vogliamo inviarvi i nostri saluti rivoluzionari. Con grande gioia siamo stati informati circa il vostro sforzo per costruire in Italia una gioventù comunista, uno sforzo che è molto importante per la prospettiva del movimento operaio-popolare e giovanile in Italia. Allo stesso tempo, questa iniziativa può dare il suo contributo agli sforzi per la ricostruzione del movimento comunista sia in Europa che a livello internazionale. Perché, come voi correttamente sottolineate, la lotta e la capacità di una gioventù comunista di organizzare i giovani a lottare per il socialismo non è un processo indipendente, ma è determinata dalla presenza e il rafforzamento del movimento comunista, dalla presenza del partito comunista in ogni paese che definisce la strategia rivoluzionaria attuale per rovesciare il capitalismo. E in ogni caso il compito principale delle Gioventù Comuniste è di essere una “scuola” col compito di educare con la teoria e con la prassi i giovani rivoluzionari, di rifornire e rinnovare le linee dei partiti comunisti con nuovi lavoratori, con nuovi comunisti. Traendo forza dalla strategia rivoluzionaria, dalla lotta per il rovesciamento del capitalismo e la costruzione del socialismo. Leggi il resto

« Precedente   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11