VENEZUELA. FGC: «SOSTEGNO A MADURO, INTENSIFICARE PROCESSO RIVOLUZIONARIO.» 

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Esprimiamo la nostra solidarietà alla gioventù e al popolo venezuelano contro la violenza orchestrata e prezzolata dall’imperialismo statunitense con l’appoggio della borghesia nazionale, che con ogni mezzo ostacola e attacca la rivoluzione bolivariana. Crediamo che il popolo venezuelano abbia la forza necessaria per respingere questo attacco provocatorio. Oggi più che mai è chiaro che questo sarà possibile solamente intensificando il processo di sviluppo socialista della società e allontanando definitivamente dal paese i gruppi capitalistici nazionali ed internazionali.

Commissione internazionale FGC

FGC-SKOJ-MS: «NO AL REVISIONISMO STORICO SUI FATTI DEL CONFINE ITALO-JUGOSLAVO.»

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale, Nazionale | Lascia un commento  

In questi anni, dalla caduta del socialismo reale nei paesi dell’est Europa ad oggi, abbiamo assistito ad un’ondata di revisionismo storico sui fatti della seconda guerra mondiale che non ha precedenti. Il revisionismo storico ha come principale obiettivo la condanna del comunismo e delle azioni dei partigiani comunisti, contestualmente alla riabilitazione di personalità compromesse con i regimi fascisti e nazisti, l’equiparazione dei partigiani con i militanti fascisti. La crisi economica del capitalismo e l’incapacità di questo sistema di uscire dalle sue contraddizioni, spingono i governi ad aumentare le politiche anticomuniste e le campagne revisioniste, per distruggere nei lavoratori l’idea di un’uscita dalla crisi in senso comunista.

Anche le vicende del confine Italo-Jugoslavo sono state utilizzate a pretesto di questa operazione, al fine di equiparare l’esercito partigiano jugoslavo a quello fascista, nascondendo le responsabilità storiche dell’Italia nel periodo fascista, facendo passare i carnefici per vittime, i liberatori per invasori. Nel 2004 in Italia su pressione delle forze di destra, e con la complice accettazione dei partiti di centrosinistra, è stata istituita la “Giornata del Ricordo” che il 10 febbraio di ogni anno commemora le vittime del confine orientale nelle foibe e gli esuli dai territori istriani e dalmati.

La questione delle foibe, viene completamente manipolata. Le ‘vittime’ processate dai partigiani, (non più di 700 documentate) erano state in buona parte a loro volta carnefici, tanto che i premiati per il Giorno del Ricordo sono in prevalenza militi repubblichini. Il numero delle vittime aumentato decine e decine di volte rispetto alle stime storiche, al fine di equiparare artificiosamente le vicende del confine Italo –Jugoslavo con la portata dei crimini nazi-fascisti. Viene rimosso il legame con il regime fascista della stragrande maggioranza dei prigionieri politici uccisi per rappresaglia, e addebitati ai partigiani delitti comuni al fine di gonfiare arbitrariamente il numero delle vittime, e dare l’impressione di una  guerra etnica contro gli italiani. Così anche le motivazioni e i numeri del famigerato “esodo” sono anch’essi inventati e strumentalizzati. Le autorità Jugoslave, al contrario di quanto viene detto sulla presunta ed inventata pulizia etnica, fecero di tutto per far rimanere la popolazione italiana in Jugoslavia, come negare e ritardare il rilascio dei necessari documenti per l’espatrio. Decine di migliaia di italiani continuarono a vivere in Jugoslavia ed oltre un migliaio addirittura vi emigrò dall’Italia. Leggi il resto

NELSON MANDELA.

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Esprimiamo il nostro dolore per la morte di Nelson Mandela, dirigente della lotta contro l’Apartheid, incarcerato per 27 anni dal regime razzista sudafricano per le sue posizioni rivoluzionarie ed antimperialiste. Da Presidente Mandela ha mantenuto le relazioni, con Cuba, con la Libia e gli altri paesi non allineati, iniziando a smantellare quel sistema di segregazione razziale e razzista imposto dal colonialismo occidentale, che tuttavia ancora oggi manifesta alcuni suoi aspetti. Nell’inviare le nostre profonde condoglianze all’ African National Congress, al Partito Comunista, alle organizzazioni rivoluzionarie e progressiste del Sudafrica, alla gioventù e ai sindacati che lottano per l’emancipazione della popolazione nera, esprimiamo il nostro pieno sostegno alle lotte di classe che ancora oggi animano il Sudafrica, convinti che solo la completa liberazione della popolazione dalle differenze di classe, solo la sconfitta dell’imperialismo, possa mettere fine alla segregazione razziale e allo sfruttamento.

FGC IN ECUADOR PER FESTIVAL MONDIALE DELLA GIOVENTU’ E DEGLI STUDENTI. COSTRUIAMO IN ITALIA INIZIATIVE COMUNI.

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Dal 7 al 13 dicembre a Quito, in Ecuador si terrà il 18° festival mondiale della gioventù e degli studenti, organizzato dal WFDY (Federazione Mondiale della Gioventù Democratica). Il WFDY è dalla sua nascita un prezioso strumento di collaborazione delle organizzazioni giovanili comuniste ed antimperialiste, il cui rafforzamento deve essere un dovere di tutte le organizzazioni giovanili che si pongono realmente l’obiettivo di lottare contro il capitalismo e di costruire forme di coordinamento di lotta efficaci e stabili. Per questi motivi, come già stabilito al congresso nazionale, il Fronte della Gioventù Comunista, chiederà ufficialmente l’adesione al WFDY e invierà una sua delegazione al festival mondiale che si terrà a dicembre in Ecuador. Il festival è un momento indispensabile di contatto e scambio di valutazioni ed analisi tra le organizzazioni giovanili comuniste ed antimperialiste, con decine di assemblee e dibattiti. Un momento fondamentale, tanto più nella fase della globalizzazione, in cui l’attacco dei monopoli contro i diritti dei lavoratori e dei giovani appare evidente in tutto il mondo capitalistico. Leggi il resto

FGC SICILIA: «BLOCCARE IL MUOS, SABOTARE LA GUERRA, CACCIARE CROCETTA!»

Scritto il by admin in Comunicati, Dai territori, Internazionale, Sud | Lascia un commento  

“Bloccare il MUOS, sabotare la guerra, cacciare Crocetta!” sono le parole d’ordine che accomunano tutti i coordinamenti e le realtà politiche che saranno presenti il 28 settembre a Palermo per la manifestazione nazionale NOMUOS. Il Fronte della Gioventù Comunista sarà presente alla manifestazione per rivendicare la sovranità popolare ed il valore fondamentale dell’antimperialismo, legati indissolubilmente alla lotta contro il capitalismo.
Nelle scuole, nei luoghi di lavoro e nelle università adesso si parla di MUOS, della presenza illegittima degli americani sul nostro territorio e la pressante necessità popolare di riappropriazione della terra a noi espropriata. Come era ben prevedibile, il governatore Rosario Crocetta, dopo aver parlato di infiltrazioni mafiose nel movimento, ha alzato il tasso repressivo nei confronti dei compagni e della popolazione niscemese (il tutto unito a un’amministrazione comunale anch’essa infame, quella di Niscemi), confermando ciò che noi abbiamo sempre affermato: l’apparato istituzionale è l’arma borghese alla quale il popolo non può fare affidamento. Il 28 settembre, a scendere in piazza saranno moltissimi comitati e realtà politiche, tutti uniti sotto l’unico stendardo di lotta che è quello NOMUOS, a testimonianza del fatto che i valori sopracitati unificano il popolo e lo portano verso un’unica direzione che è quella del socialismo.

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

«Pronti alla mobilitazione contro qualsiasi operazione militare a danno della Siria, ennesimo atto della guerra scatenata su scala globale  dall’imperialismo occidentale in questi anni. No alla guerra contro la Siria. Nessuna base, nessun soldato sia concesso agli interessi imperialisti!» Questa la dichiarazione del CC del Fronte della Gioventù Comunista riguardo ai recenti sviluppi della situazione in Siria. «Porteremo nelle strade, nei luoghi di lavoro, nelle scuole e nelle università la protesta contro questa guerra criminale e contro chi la sosterrà.»

CUBA. FGC CONTESTA YOANI SANCHEZ A ROMA: «PAGATA DALLA CIA» .

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Yoani Sanchèz la nota “dissidente” cubana è a Roma in Via della Conciliazione per una conferenza organizzata dalla Mediolanum Corporate University sul tema della libertà. Ad attendere la blogger cubana un gruppo di militanti del Fronte della Gioventù Comunista, l’organizzazione dei giovani comunisti, che ha tentato dapprima di entrare in sala, e poi inscenato la protesta all’ingresso dell’auditorium. La conferenza era infatti a porte chiuse e a nulla è valsa l’insistenza dei giovani, che hanno richiesto di entrare e poter intervenire. A quel punto ha avuto inizio la contestazione. Uno striscione con scritto “Viva Cuba Socialista” a firma FGC è stato esposto all’ingresso con i giovani che hanno intonato cori contro la dissidente cubana colpevole, a loro dire, di mentire ed essere “pagata dalla Cia”.  Un volantino distribuito alle persone accreditate in sala spiegava le ragioni della protesta criticando l’esposizione mediatica della dissidente e l’oscurantismo dei media sui traguardi raggiunti da Cuba. Leggi il resto

IL FGC INCONTRA MADURO A ROMA.

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Una delegazione del Fronte della Gioventù Comunista ha accolto il Presidente Venezuelano Nicolas Maduro in occasione del suo viaggio a Roma, durante la cerimonia che si è tenuta sul Monte Sacro, luogo denso di significati per il popolo italiano ed il popolo venezuelano. Nel luogo simbolo della lotta della plebe romana, più di duecento anni fa Simon Bolìvar giurò di liberare l’America Latina e duecento anni dopo, Hugo Chàvez rinnovò simbolicamente nello stesso luogo questo giuramento. Maduro, recentemente eletto Presidente a seguito della scomparsa di Chàvez, ha così voluto confermare a sua volta questo giuramento, testimoniando la volontà di proseguire il processo rivoluzionario bolivariano, per la costruzione di un Venezuela libero e socialista. Il Presidente Maduro è stato così accolto dalla delegazione del Fronte della Gioventù Comunista, guidata dal segretario Alessandro Mustillo, insieme con i giovani della JPSUV Italia, guidati dal responsabile Roger Rubio. Al Presidente è stata consegnata una copia del manifesto realizzato dal Fronte in ricordo di Hugo Chàvez.

«Siamo onorati di essere presenti oggi ad accogliere il Presidente Maduro – ha dichiarato Mustillo al termine della manifestazione – in un momento che sappiamo essere così carico di significato per il popolo venezuelano. Di fronte agli attacchi dei media al soldo dell’imperialismo, abbiamo ribadito direttamente al Presidente Maduro, porgendogli il nostro caloroso benvenuto,  la nostra piena solidarietà con il Venezuela ed il suo governo. Nessun attacco contro il Venezuela scalfirà la nostra convinzione e l’appoggio che diamo al processo rivoluzionario bolivariano, che anzi deve proseguire con tenacia e convinzione sempre maggiore, nella direzione della costruzione del socialismo. Tengo infine – ha concluso Mustillo – a ringraziare l’Ambasciata Venezuelana in Italia e i compagni della sezione italiana della JPSUV, con i quali in questi mesi abbiamo costruito un rapporto profondo che ci lega insieme nelle battaglie in difesa del Venezuela e dell’America Latina, che ci ha permesso di costruire iniziative sul territorio di controinformazione sulla situazione venezuelana, attivando quello scambio reciproco di relazioni vere, che è il modo migliore per dare un significato concreto alla parola internazionalismo.»

POSIZIONE DEL CC DEL FGC SULLA QUESTIONE SIRIANA E SVILUPPI ITALIANI.

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Il cerchio intorno alla Siria si stringe sempre di più. La campagna mediatica di attacco, propedeutica alle operazioni militari, aumenta la sua intensità menzionando le presunte armi chimiche utilizzate dal governo di Assad contro i ribelli. Il copione è quello che abbiamo già visto in Iraq, in Afghanistan, in Libia, sempre rivelatosi falso successivamente. Ieri Obama ha dichiarato il suo assenso alla fornitura di armi ai ribelli, motivando tale decisione con l’utilizzo di armi chimiche da parte del governo siriano. La sua decisione segue quella del presidente socialista francese Hollande avvenuta pochi giorni fa, e testimonia ulteriormente che la vicenda siriana si avvia ad una evoluzione sempre più cruenta, e alla destabilizzazione di un’area politica al fine di sottometterla agli interessi occidentali nella zona.

In questo quadro il Fronte della Gioventù Comunista ribadisce la sua solidarietà al Partito Comunista Siriano e al governo di Assad, baluardo della difesa antimperialista dell’intera regione. Condanniamo quanti a sinistra, ignorando tale condizione, manifestano esplicitamente o implicitamente il proprio sostegno alle operazioni imperialiste contro la Siria, appoggiando i cosiddetti “ribelli” i cui legami con la CIA ed i servizi segreti occidentali sono ormai noti. Non basta protestare contro l’ordine costituito per essere forze progressiste, per portare avanti un miglioramento effettivo delle condizioni del proprio popolo, e chi non riesce a vedere questa differenza compie un errore politico enorme, garantendo ulteriore copertura di consenso alle manovre imperialiste nella zona. Basti citare a riscontro di questa affermazione che le forze antimperialiste della regione, a partire dall’OLP, hanno dichiarato il loro sostegno al governo di Assad. Il Fronte della Gioventù Comunista ha manifestato in questi giorni la sua posizione, con la partecipazione al presidio di Milano in difesa della Siria, ed è pronto a mobilitarsi nel caso in cui le organizzazioni internazionali ed il governo italiano diano il loro assenso a campagne militari contro la Siria, a partire dalla richiesta dell’istituzione della cosiddetta «no fly zone», eufemismo per parlare di campagna militare condotta con pesanti bombardamenti aerei, i cui risultati si sono visti in Libia. Leggi il resto

TIMPERI: «SOLIDARIETA’ CON POPOLO TURCO E TKP» 

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni,

Il Fronte della Gioventù Comunista (Italia) esprime la sua solidarietà con il popolo e la gioventù della Turchia che in questi giorni è scesa in piazza, subendo i ripetuti attacchi della repressione da parte del governo turco. Esprimiamo la nostra solidarietà al vostro partito e alla vostra gioventù, che hanno avuto un ruolo fondamentale nelle proteste e ai vostri compagni colpiti dalla repressione. Sappiamo quanto sia importante la lotta del popolo turco contro un governo espressione dei poteri e degli interessi capitalistici e supporto fondamentale per le politiche imperialistiche della Nato contro la Siria. Oggi si è svolto a Roma, sotto la sede dell’ambasciata turca, un presidio di solidarietà con la vostra lotta, per chiedere la liberazione dei manifestanti imprigionati dalla polizia in questi giorni. Siamo sicuri che la vostra lotta proseguirà fino alla vittoria. Saluti comunisti.

Raffaele Timperi, responsabile esteri FGC

Leggi il resto