DISOCCUPAZIONE, SFRUTTAMENTO, PRECARIETÀ… NON È QUESTIONE DI FERTILITÀ!

Oggi il governo si rivolge alle giovani coppie, con il Fertility Day, esortandole a fare figli finché si trovano ancora nell’età biologica adatta a procreare. Secondo il Ministro della Salute Lorenzin il tasso di natalità in Italia sarebbe diminuito a causa di problemi legati alla fertilità dei giovani, che dovrebbero dunque fare in modo di preservarla. Tagli alle scuole pubbliche di ogni ordine e grado, un welfare sociale sempre più scricchiolante, un sistema sanitario schiacciato da una parte dalla scarsità di personale e di risorse economiche (che vengono invece investite per nuove spese militari e per ripianare i debiti delle banche); dall’altra dagli obiettori di coscienza che minano alle base l’universalità del sistema sanitario: di tutti questi fattori che certo influiscono negativamente sulla natalità non si fa parola!

 Il governo Renzi è il governo della Buona Scuola e del Jobs Act, ligio ai dettami dell’Unione Europea, che segna il futuro della gioventù: un’occupazione all’ordine della precarietà e dello sfruttamento che non consente a noi giovani di fare progetti nemmeno a breve termine… e ci vengono a parlare di età biologica per avere figli! Per promuovere la natalità bisognerebbe garantire alle giovani coppie un lavoro, una casa, la maternità e paternità garantiti a tutti i livelli contrattuali, un’istruzione gratuita e di qualità per i propri figli. Le progressive privatizzazioni, portate avanti dai governi che si sono susseguiti in questi anni, hanno anche toccato pesantemente la sanità. Le strutture sanitarie pubbliche, a causa della scarsità delle risorse economiche investite dallo Stato, hanno ridotto drasticamente il personale o nei casi peggiori, vengono parzialmente o totalmente chiuse. Coloro che non hanno la possibilità economica di potersi curare nelle cliniche e strutture private,per raggiungere l’ospedale pubblico più vicino, sono costretti a spostarsi in altre città, e questo espone le giovani mamme e i nascituri a possibili rischi per la salute.

Bisogna rimettere al centro la questione del Lavoro e dei lavoratori, i loro diritti e la loro tutela, in un paese strozzato sempre più dalla crisi del sistema capitalista, che mostra oggi, sempre più, tutto il suo fallimento. Non venite a dirci che il nostro problema è la “fertilità”. Il Fronte della Gioventù Comunista lotta al fianco di giovani studenti e lavoratori affinché anche le famiglie popolari possano garantire un futuro dignitoso ai propri figli e la scelta di avere una famiglia sia una scelta libera da ogni costrizione imposta dalla condizione sociale.

Commissione Donne FGC



Scritto il by admin in Nazionale

Aggiungi un commento