GIORNO DEL RICORDO. FGC: «VERGOGNOSA OPERAZIONE REVISIONISTA. UNA GIORNATA CHE NON DOVREBBE ESISTERE.»

Quella del 10 febbraio è una giornata che non dovrebbe esistere, frutto della vergognosa operazione revisionistica di questi anni. Non certo per le tante persone che furono vittime delle conseguenze della guerra, ma per la precisa volontà politica di scambiare i responsabili con le vittime. Lo Stato italiano non ha fatto i conti con le proprie responsabilità sul fascismo. Si dimentica sistematicamente cosa il fascismo fece nei territori jugoslavi. In un unico calderone vengono inseriti fatti storici diversi e complessi tenuti insieme da una presunta, ed inconsistente dal punto di vista storico, matrice comune di “anti-italianità” che ha l’unico scopo di costruire un nuovo nazionalismo imperialista nato sulla falsità accettata a livello di stato. La giornata del ricordo, e specialmente la retorica che la accompagna e le premesse politiche sulla base delle quali fu istituita, sono un insulto alla memoria storica che ogni anno viene perpetrato dalle autorità di uno Stato che non ha mai fatto i conti fino in fondo con le responsabilità storiche del fascismo.


Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale

Aggiungi un commento