LICEI BREVI, FGC: «NESSUN BENEFICIO PER STUDENTI, MISURA VOLUTA DAI PADRONI»

Scritto il by admin in Comunicati, Scuola | Lascia un commento  

«Il liceo breve è una misura voluta dai padroni, senza nessun beneficio per gli studenti». È la dichiarazione di Alessandro Fiorucci, resp. scuola del FGC, in risposta al decreto firmato pochi giorni fa dal Ministro dell’Istruzione che in oltre 100 istituti (licei e tecnici) darà via alla sperimentazione del Liceo breve, ridotto a quattro anni invece che cinque, per l’anno scolastico 2018/2019.

«Da tempo in Italia si racconta che gli studenti sono “svantaggiati” rispetto ai coetanei europei in quanto escono da scuola con un anno di ritardo. Anche volendo prendere per vero questo aspetto, il punto è che nel nostro paese servirebbe prima di tutto ripensare i cicli didattici nel loro complesso, riorganizzando e migliorando la didattica. Il progetto delle superiori in quattro anni va nella direzione opposta, dietro il pretesto di adeguare il sistema educativo italiano agli standard europei. L’idea di “tagliare” un anno di scuola mantenendo la stessa mole di studio è a dir poco bizzarra, visto che in moltissimi casi le classi non riescono a concludere i programmi ministeriali e si gettano in una disperata corsa contro il tempo. È evidente che per rispettare i tempi si dovranno adottare metodi di insegnamento e di studio più semplicistici e stringati, svilendo la didattica nel suo insieme. Il progetto dei licei quadriennali si inserisce nel processo di dequalificazione della scuola in atto da anni, in linea con le esigenze delle imprese italiane, che puntano tutto sulla compressione dei salari per aumentare i profitti. Il capitale oggi chiede percorsi di istruzione veloci, in cui la conoscenza viene sostituita dalle competenze tecniche, in cui si sostituisce la fredda logica del know-how alla cultura. Ma questa è la scuola che vogliono i padroni, adatta a produrre lavoratori precari da spremere e buttar via. La logica che nasconde questa sperimentazione non ha nulla a che vedere nemmeno con la lotta alla dispersione scolastica: non sarà un diploma accorciato a risolvere il problema di migliaia di studenti che non finiscono le scuole superiori. Non provino a convincerci che si tratta di una misura a vantaggio degli studenti, perché piegare l’istruzione alle esigenze di profitto non rientra nei nostri interessi. Vogliamo un’istruzione di qualità, al servizio del popolo e dei lavoratori.»



UN SUCCESSO LA 4° EDIZIONE DI “GUERRILLA”, IL CAMPEGGIO DELLA GIOVENTÙ COMUNISTA

Scritto il by admin in Nazionale | Lascia un commento  

La 4° edizione di Guerrilla, il campeggio estivo organizzato annualmente a Roccella Ionica (RC) dal Fronte della Gioventù Comunista, tenutosi fra il 31 luglio e il 6 agosto, è stata un successo con oltre 150 partecipanti. Un evento importante per la nostra organizzazione, che ha visto tanti giovani, gli stessi che durante l’anno hanno animato e guidato le lotte nelle loro scuole e università, nei loro quartieri e luoghi di lavoro, riuniti in una settimana all’insegna dello svago, dello sport, della cultura e ovviamente della politica su una delle spiagge più belle dello Ionio.

Per la prima volta il campeggio ha ospitato delegazioni internazionali. La mattina del 2 agosto è stata dedicata a un seminario internazionale intitolato “Lotte e obiettivi delle gioventù comuniste”, alla presenza di delegati della Gioventù Comunista di Grecia (KNE), della Gioventù Comunista di Turchia (TKG) e dei Collettivi dei Giovani Comunisti di Spagna (CJC).

Numerose le attività sportive e culturali, con tornei di beach volley, calcetto, ping pong, biliardino, cineforum serate musicali. Attività che lungi dall’essere fini a sé stesse, sono pensate come momenti aggregativi, fondamentali per la crescita e lo sviluppo dei giovani, in cui si afferma un modo diverso di stare insieme e divertirsi, contro la mercificazione che questo sistema opera anche nei confronti dello svago, della cultura e dello sport, sempre più negati ai giovani delle classi popolari.

Non mancano ovviamente le attività politiche. Due mattine sono state dedicate a esercitazioni politiche organizzate dalla commissione formazione del FGC, con l’obiettivo di preparare i quadri e i militanti del FGC ad affrontare un nuovo anno di lotte. Il 5 agosto si è riunito il Comitato Centrale del FGC, che ha discusso la pianificazione dell’attività politica del Fronte nei prossimi mesi. Praticamente ogni giornata è stata dedicata a riunioni settoriali con discussioni specifiche su scuola, università, lavoro, controinformazione e lavoro di propaganda.

«Il campeggio resta un momento importante per la nostra organizzazione» – ha affermato infine Lorenzo Lang, segretario nazionale del FGC – «Quello che abbiamo davanti sarà sicuramente un anno impegnativo. Il FGC ha lanciato un appello per costruire una grande mobilitazione nazionale nel centenario della Rivoluzione d’Ottobre, il prossimo 7 novembre. L’alternanza scuola-lavoro entrerà a pieno regime in questo anno scolastico ed è nostro compito stare in prima linea nelle lotte e nelle mobilitazioni studentesche, così come nelle università. Ad ottobre parteciperemo al Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti organizzato dalla Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (WFDY). Torniamo da questa settimana di campeggio pronti ad affrontare tutte queste sfide, con la consapevolezza dell’importanza di ciò che stiamo costruendo e sempre più determinati a rendere il Fronte della Gioventù Comunista il principale punto di riferimento per i giovani delle classi popolari».

__________________________

Guarda tutte le foto cliccando qui


DICHIARAZIONE DELLE GIOVENTÙ COMUNISTE CONTRO LA REPRESSIONE ANTICOMUNISTA IN RUSSIA

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

L’anticomunismo è l’arma del sistema capitalista – Non passerà

Noi, organizzazioni della gioventù comunista di tutto il mondo, sottoscriviamo la seguente risoluzione:

Condanniamo l’arresto e la detenzione del compagno Alexander Batov, membro della segreteria del CC del Partito Comunista Operaio Russo e rappresentante della Lega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria (bolscevica) (anche conosciuta come RKSMb) nel Comitato Preparatorio Nazionale russo per il 19° Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti.

Il compagno Batov è stato arrestato il 9 Maggio, giorno della vittoria antifascista dei popoli, con la falsa accusa di “disobbedienza civile”; di fatto per aver distribuito i volantini del Partito Comunista Operaio Russo riguardo i contenuti della giornata, svelando il tentativo delle autorità russe di diffamare il vero significato di quella ricorrenza.

Batov è stato condannato a sette giorni di detenzione e dopo il suo rilascio ha ricevuto una serie di minacce affinché interrompesse ogni attività politica. Questi atti, attacchi e minacce contro una libera azione politica dei comunisti mostra la paura dei governi borghesi di ogni stato dinanzi alla forza dei comunisti.

Per noi, giovani comunisti di tutto il mondo, queste azioni sono conseguenti al rafforzamento della nostra fermezza e al proseguimento, con maggiore determinazione, della nostra lotta contro il capitalismo, per il socialismo-comunismo. L’anticomunismo non passerà! Esprimiamo la nostra solidarietà con il Partito Comunista Operaio Russo e la Lega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria (bolscevica) ed esigiamo la cessazione immediata di ogni persecuzione.

Elenco organizzazioni aderenti

Gioventù Comunista del Partito Algerino per la Democrazia e il Socialismo (PADS) – Algeria

Gioventù Comunista “Qemal Stafa” di Albania

Unione della Gioventù Comunista (UJC) – Brasile

Gioventù Comunista Avançando (JCA) – Brasile

Lega della Gioventù Comunista (YCL-LJC) – Canada

Gioventù Socialista del Partito Socialista dei Lavoratori di Croazia

Unione della Gioventù Comunista (KSM) – Rep. Ceca

Gioventù Socialista Operaia Tedesca (SDAJ) – Germania

Gioventù Comunista di Grecia (KNE)

Gioventù del Partito dei Lavoratori (WPY) – Irlanda

Fronte della Gioventù Comunista (FGC) – Italia

Movimento Socialista del Kazakistan

Federazione dei Giovani Comunisti (FJC) – Messico

Movimento della Gioventù Comunista dei Paesi Bassi (CJB) – Paesi Bassi

Gioventù Comunista del Pakistan

Federazione degli Studenti Democratici del Pakistan

Gioventù Comunista di Palestina

Gioventù Comunista Peruviana (JCP)

Gioventù del Partito Comunista di Polonia (Youth of KPP)

Lega dei Giovani Comunisti di Jugoslavia (SKOJ) – Serbia

Collettivi dei Giovani Comunisti (CJC) – Spagna

Gioventù Comunista Rivoluzionaria (RKU) – Svezia

Gioventù Comunista di Turchia (TKG) – Turchia

Unione della Gioventù Comunista Leninista di Ucraina (LKSMU)

Lega della Gioventù Comunista degli USA (LYCUSA)

Gioventù Comunista del Venezuela (JCV)

__________________________________________________________________________________________________

 

Anti-Communism is a weapon of the capitalist system – It will not pass!

We, Communist Youth Organizations from all over the world, sign the following resolution: We condemn the arrest and detention of comrade Alexander Batov, a member of the Secretariat of the CC of the Communist Workers’ Party of Russia and representative of the Revolutionary Communist Youth Union (bolsheviks) (also known as RKSMb) at the National Preparatory Committee of Russia for the 19th World Festival of Youth and Students.

Comrade Batov was arrested on 9th May, day of the anti-fascist victory of the peoples, with the falsified accusation of “civil disobedience”, in fact for distributing the RCWP’s leaflet about the actual content of the day, revealing the attempt to defame the content of this anniversary by today’s Russian authorities.

He was sentenced to seven days’ imprisonment and after his release he has been receiving a series of threats in order to stop any political activity. These acts, attacks and threats against the free political action of the Communists show the fear of the bourgeois governments of all states in front of the power of the Communists.

For us, the young communists from all over the world, these actions result to the strengthening of our steadfastness and will to continue with greater determination our struggle against capitalism, for socialism-communism. Anti-Communism will not pass! We express our solidarity with RCWP and RCYL (b) and we demand all persecutions to stop immediately.

 


ALTRI 500 MILIONI ALLE SCUOLE PRIVATE. FGC: «INACCETTABILE, FINANZIARE LA SCUOLA PUBBLICA»

Scritto il by admin in Scuola | Lascia un commento  

«Ogni euro regalato alle scuole private è uno schiaffo a milioni di famiglie costrette a fare i salti mortali per permettere ai figli di studiare. Patetico il tentativo del Governo di giustificare questo privilegio». Questo ha dichiarato Alessandro Fiorucci, resp. scuola nazionale del FGC, in risposta all’annuncio del trasferimento di 500 milioni di euro alle scuole paritarie da parte del Governo. «La realtà è che i fondi destinati alle scuole private aumentano ogni anno, mentre le scuole pubbliche non potrebbero sopravvivere senza i contributi “volontari” sistematicamente estorti alle famiglie dopo anni di tagli all’istruzione pubblica. Per studiare in una scuola pubblica si è costretti a sborsare migliaia di euro ogni anno tra materiale, libri di testo e trasporti proprio a causa delle mancanze dello Stato nel finanziare adeguatamente l’istruzione. Con la scusa che i soldi non ci sono, oggi si permette alle imprese private di finanziare le singole scuole, promuovendo il disimpegno dello Stato e piegando l’istruzione pubblica agli interessi dei padroni. Curioso come i contributi alle scuole private non spariscano mai, ma anzi crescano sempre di più.»

«Le giustificazioni del Governo gettano solo fumo negli occhi, e si basano su presupposti immaginari» prosegue la nota «Non esiste alcuna “libertà di scelta tra pubblico e privato” da tutelare, se non per i pochissimi che possono permettersi di pagare rette da decine di migliaia di euro l’anno. Per lo stesso motivo sostenere che le scuole paritarie svolgano un servizio pubblico significa soltanto difendere un privilegio vergognoso. Bisogna invertire completamente rotta, ritirare ogni finanziamento pubblico alle scuole private e garantire piena copertura dei fondi per il funzionamento dell’istruzione pubblica. Evidentemente garantire un’istruzione pubblica di qualità non rientra nell’agenda del governo, che preferisce vantarsi di aver regalato l’ennesima “paghetta” milionaria ai i figli di qualche famiglia ricca»


DA GIORNALI DI DESTRA CAMPAGNA ANTICOMUNISTA CONTRO IL CAMPEGGIO DEL FGC

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  


Due recenti articoli, pubblicati rispettivamente dai quotidiani “Il Giornale” (link) e “Il Secolo d’Italia” (link), tentano una improbabile equiparazione tra la vicenda della spiaggia di Chioggia e il campeggio nazionale del FGC che quest’anno terrà la sua quarta edizione a Roccella Jonica. La tesi delle due testate di destra è la seguente: si polemizza sulla spiaggia di Chioggia ma non sul campeggio del FGC, l’apologia di fascismo è reato, quella di comunismo no.

Quello che il Giornale e il Secolo d’Italia stanno chiedendo, in realtà, è che si arrivi a vietare un’attività di un’organizzazione politica giovanile semplicemente per le sue idee comuniste. L’attacco del Giornale al nostro campeggio si inserisce in una più ampia campagna anticomunista, che attraverso l’assurda equiparazione fra il socialismo e il fascismo, mira alla criminalizzazione del movimento operaio e comunista. Ma la storia di milioni di lavoratori che hanno lottato e lottano per i propri diritti, per un futuro di pace e giustizia sociale, non può essere equiparata agli orrori del nazifascismo. L’equiparazione fra il fascismo e il socialismo è da sempre il primo passo che si compie per anticipare la repressione anticomunista. E l’errata impostazione da parte del PD della questione fornisce ovviamente il pretesto per questa operazione. Per questo vorremmo fare alcune precisazioni, con richiesta di pubblicazione della rettifica alle testate interessate:

- In Italia è esistita una dittatura fascista. I comunisti hanno rappresentato la principale forza di opposizione al fascismo, lasciando migliaia di giovani caduti per la liberazione del Paese dal nazi-fascismo. Il principale contributo di sangue alla costruzione di un’Italia democratica, i cui ideali sono purtroppo stati traditi, è stato proprio dei comunisti. Piaccia o no agli autori degli articoli la verità storica è questa, e dopo sessant’anni è ora di farsene una ragione;

- Il sito del campeggio non è uno stabilimento balneare in concessione a un gestore, ma una struttura locale privata, che viene affittata dall’organizzazione. Tale struttura è sita nelle vicinanze di una spiaggia libera utilizzata all’occorrenza, insieme ad altri liberi fruitori della spiaggia;

- Il FGC non è un centro sociale, ma un’organizzazione politica. Qualsiasi tentativo automatico di fare parallelismi generici è privo di riferimenti alla realtà e denota scarsa conoscenza e notevole approssimazione da parte degli autori.

- In cinque anni di attività politica nessun caso della presunta “violenza” che viene fra le righe attribuita alla nostra organizzazione, è stato mai imputato ad un nostro militante, a differenza di quanto accade per le organizzazioni giovanili della destra neofascista. Al campeggio si svolgono attività aggregative, culturali e sportive e di natura politica, con tornei sportivi, cineforum, assemblee studentesche. I pericolosi slogan anti-imperialisti ed estremisti, di cui parla il Giornale, altro non sono che una azione svolta lo scorso anno contro la prospettiva di un intervento militare italiano in Libia. Ma il pessimo giornalismo è capace di trasformare persino un’azione contro la guerra e in difesa della pace in un inneggiamento alla “violenza”…

- Sostenere in modo più o meno esplicito la “pericolosità” di un’organizzazione dato “l’uso di violenza” o che nel nostro campeggio si “incita alla violenza”, si chiama diffamazione.

- Al momento ci limitiamo a ringraziare le testate per la pubblicità gratuita ricevuta, in attesa di valutare margini legali per ulteriori azioni e eventualmente festeggiare più lautamente con quanto verseranno nelle nostre casse a titolo di risarcimento per le affermazioni non veritiere e calunniose contenute negli articoli. Soldi che ovviamente saranno reinvestiti nell’azione di lotta del FGC.

——-

Alleghiamo foto e video delle precedenti edizioni del campeggio del FGC, per permettere a chiunque di rendersi conto della reale natura di questo evento, ben lontana da come vorrebbe dipingerlo la stampa di destra.

Qui il video della terza edizione (2016).

Qui le foto della terza edizione (2016)

Qui le canzoni di lotta e della Resistenza criticate negli articoli

Qui le foto della seconda edizione (2015)


Appello per la costruzione di una grande mobilitazione per il Centenario della Rivoluzione d’Ottobre

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  

Il prossimo 7 novembre cadrà il centesimo anniversario della Rivoluzione d’Ottobre. Da quella rivoluzione nacque il primo Stato socialista della storia dell’umanità, governato dai lavoratori e dal loro partito. Per quasi un secolo i lavoratori e i popoli oppressi di tutto il mondo hanno guardato all’Unione Sovietica sapendo che essa incarnava le loro migliori speranze e aspirazioni. In vista di questa ricorrenza, il Fronte della Gioventù Comunista fa appello a tutta la gioventù, ai lavoratori, ai comunisti per costruire a Roma una grande mobilitazione nazionale, operaia e comunista, in occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre.

Leggi il resto


MESSAGGIO DELLA LEGA DELLA GIOVENTÙ COMUNISTA LENINISTA DELLA FEDERAZIONE RUSSA PER I 5 ANNI DEL FGC

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni!

Il Comitato Centrale dell’Unione Gioventù Comunista Leninista della Federazione Russa invia i suoi saluti a tutti i membri della FGC per il quinto anniversario della fondazione della Fronte della Gioventù Comunista (FGC).

Siamo molto felici che, nonostante la crisi del movimento comunista in Italia, il FGC svolge la lotta quotidiana per i diritti dei giovani, per la liberazione del popolo italiano che soffre l’oppressione capitalistica nell’attuale difficile situazione del Paese e del mondo.

E’ stato molto triste sapere del tradimento delle idee comuniste che avvenne in Italia all’inizio degli anni ’90. Le forze borghesi hanno usato questa occasione per raggiungere i loro stretti interessi egoistici e non hanno mai esitato a calpestare i diritti e le aspirazioni dei lavoratori italiani.

Ora è piacevole sapere che noi – i giovani comunisti di diversi paesi – vediamo e diciamo chiaramente che non esiste una soluzione ai problemi del sistema capitalistico e che una soluzione definitiva può essere trovata solo attraverso l’abolizione dello sfruttamento dell’uomo da parte dell’uomo, ovvero attraverso il percorso del socialismo. Vi auguriamo un grande successo nella vostra lotta e nel risolvere il compito principale: rafforzare il FGC e la sua influenza tra i giovani d’Italia. Il Comitato Centrale di LCYU RF esprime la propria disponibilità a continuare a rafforzare i legami di amicizia, solidarietà e sostegno reciproco, che si stanno stabilendo tra le nostre due organizzazioni.

Non saremo mai deviati dal percorso scelto!

09 giugno 2017

Vladimir Isakov

Primo segretario del Comitato Centrale di LCYU RF



MESSAGGIO DELL’UNIONE DELLE GIOVENTÙ COMUNISTE DI SPAGNA (UJCE) PER I 5 ANNI DEL FGC

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni,

A nome del Comitato Centrale dell’Unione delle Gioventù Comuniste di Spagna (UJCE), inviamo il nostro saluto al Fronte della Gioventù Comunista in occasione del suo quinto anniversario. Leggi il resto


MESSAGGIO DELLA GIOVENTÙ SOCIALISTA OPERAIA TEDESCA (SDAJ) PER I 5 ANNI DEL FGC

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni di FGC,

È con grande piacere che vi inviamo la nostra solidarietà, onorando il lavoro di costruzione della vostra organizzazione.

Riteniamo altissimo il valore della vostra lotta per un movimento giovanile comunista in Italia che condanni con coerenza il revisionismo e il fatalismo, due tendenze con una forte storia in Italia. Leggi il resto


MESSAGGIO DELLA LEGA DELLA GIOVENTÙ COMUNISTA DI JUGOSLAVIA (SKOJ) PER I 5 ANNI DEL FGC

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Cari Compagni,

In occasione del quinto anniversario del Fronte della Gioventù Comunista vogliamo inviarvi i più calorosi auguri da parte di tutti i nostri militanti.

Il vostro anniversario è un importante evento per tutti i giovani in Italia e allo stesso tempo è molto importante per l’intero movimento comunista internazionale giovanile, come esempio di lotta e di coraggio.
Leggi il resto