Intervento di Raffaele Timperi (Resp. Internazionale FGC) al congresso del CJC Spagna.

Cari compagni,

a nome del Comitato Centrale del Fronte della Gioventù Comunista d’Italia vi porgo i più calorosi e fraterni saluti, con l’augurio che questo vostro congresso segni un ulteriore ed importante passo in avanti nella costruzione di una forte e radicata organizzazione giovanile comunista in Spagna. I nostri popoli hanno condiviso pagine importanti e gloriose della nostra storia. Il primo pensiero che viene parlando in terra spagnola è alla memoria di tutti quei militanti comunisti italiani che, qui per la prima volta, combatterono contro il fascismo, per la dignità e la libertà dei popoli. Oggi come allora le nostre organizzazioni devono procedere unite in una battaglia comune che lega insieme i destini dei nostri popoli. Il nemico di oggi non si presenta ancora nella forma della dittatura fascista, ma è sempre lo stesso: quel sistema che sfrutta e opprime miliardi di lavoratori in tutto il mondo in nome del profitto privato per pochi. Contro questo nemico anche oggi siamo chiamati a combattere uniti, perché solo uniti possiamo vincere. La gioventù comunista è chiamata oggi a svolgere in Europa e in tutto il mondo un compito difficile: superare la sfiducia e il peso della sconfitta, ripartire con più forza di prima per conquistare masse di giovani alla causa del socialismo. Per fare questo, in Spagna come in Italia, è necessario prima di tutto rompere con ogni forma di opportunismo, abbandonare ogni tentennamento, gettar via ogni tipo di compromesso e ripartire dalla più profonda convinzione che il solo cambiamento è quello rivoluzionario, che solo la rivoluzione socialista può consentire un cambiamento reale e definitivo della condizione dei lavoratori e dei giovani. Mai come oggi l’attacco condotto dal capitale e dalle sue istituzioni internazionali, Unione Europea in testa, si manifesta con forza contro i diritti dei lavoratori e della gioventù, dimostrando quotidianamente quanto i nostri ideali siano giusti e attuali. La lotta contro l’opportunismo deve procedere di pari passo con la lotta di classe, con il rafforzamento delle organizzazioni comuniste, in ogni quartiere, in ogni luogo di studio e di lavoro. Siamo convinti che la vostra organizzazione saprà svolgere questo ruolo con forza e convinzione. Infine, compagni, crediamo nella necessità di rafforzare ulteriormente i rapporti già molto stretti tra le nostre due organizzazioni e non solo; di partire dalla costruzione di azioni ed iniziative comuni condotte insieme da quelle organizzazioni giovanili comuniste che condividono la parola d’ordine della uscita dall’Unione Europea, dall’euro e dalla Nato. Oggi più che mai di fronte alla forza dell’attacco padronale è necessario stabilire tra noi un forte coordinamento internazionale; sentirsi parte di una stessa lotta, di uno stesso ideale, che uniti portiamo avanti nei nostri paesi. Il compito che la storia ci pone è chiaro davanti a noi e la nostra generazione di militanti comunisti saprà realizzarlo.

 Viva la gioventù comunista marxista leninista! Viva i Collettivi dei Giovani Comunisti! Viva l’internazionalismo proletario e la nostra lotta per il socialismo!

Uniti vinceremo!




Scritto il by admin in Internazionale

One Response to Intervento di Raffaele Timperi (Resp. Internazionale FGC) al congresso del CJC Spagna.

  1. Mirco

    Oggi come ieri No pasaràn!!

Aggiungi un commento