NASCE IL FGC IN CALABRIA

Da anni, ormai, siamo sempre più immersi nella crisi mondiale del capitalismo da cui, non ostante i proclami di numerosi esponenti delle classi dominanti, non si riesce in alcun modo a vederne un uscita. Questa crisi, provocata dalle irrisolvibili contraddizioni del sistema stesso, si riversa tutta sulle spalle della classe lavoratrice e dei settori popolari attraverso un continuo attacco, da parte del capitale monopolistico, ai diritti e alle condizioni di vita e di lavoro conquistati in anni di dura lotta. Pertanto, alla gioventù delle classi popolari e del ceto medio proletarizzato, è stato negato qualunque forma di futuro che non sia quello della disoccupazione, della precarietà e dello sfruttamento.

Ovviamente in Calabria la situazione non è migliore di quella sopracitata: la disoccupazione giovanile è di molto al di sopra del 50%, 1 giovane su 5 lavora in nero, la dispersione scolastica è al 20% ecc. Senza dimenticare che il fenomeno mafioso,sempre più correlato alla borghesia legale, nella nostra regione, raggiunge dimensioni tali da diventare una vera e propria dittatura economica, politica e militare capace di impoverire sempre più il nostro popolo e devastarne il territorio.

L’evidenza della realtà sociale nella quale viviamo ci ha portato alla scelta di cominciare la lotta politica e di non limitarci più soltanto alle lotte sindacali e di categoria. La maggior parte di noi,infatti, proviene dall’Unione Degli Studenti e da Link coordinamento universitario (ateneo controverso) nella quale continueremo a militare con impegno e dedizione, dando, da comunisti, il nostro doveroso contributo nella lotta contro questo modello classista di scuola e di università accessibili solo a chi può permetterselo. Tutta via sentiamo la necessità di unirci al progetto politico del FGC con l’obbiettivo di costruire un vero Partito Comunista in questo paese, capace di guidare il proletariato e le classi popolari fino al superamento di questo sistema fondato sul profitto e sullo sfruttamento.

Sentiamo il dovere storico di ricostruire una presenza organizzata dei comunisti a partire dalla gioventù proletaria, dagli studenti dei tecnici, dei professionali, degli alberghieri, dai giovani lavoratori ,precari, disoccupati, dai ragazzi dei quartieri popolari. Sentiamo che questa responsabilità è nostra e che dobbiamo essere noi a ricostruire e non chi, con decenni di palese opportunismo, ha svenduto i diritti dei lavoratori e ha distrutto la sinistra di classe. Noi giovani compagne e compagni che da anni ci sporchiamo le mani quotidianamente nelle lotte per il diritto allo studio, al lavoro e ai diritti sociali siamo chiamati a costruire il Fronte anche qui in Calabria partendo con l’apertura di federazioni a Reggio Calabria e a Cosenza; lo faremo su solide basi marxiste leniniste coscienti dell’urgente necessità di organizzarsi e di portare avanti una dura lotta contro le classi dominanti italiane ed estere, responsabili del massacro sociale che stiamo vivendo, contro l’Unione Europea, espressione internazionale del potere di queste classi, e contro l’intera sistema capitalistico. Lotteremo per conquistare il nostro avvenire, lotteremo per la rivoluzione socialista! Il comunismo è la gioventù del mondo

nascente Fronte della Gioventù Comunista Calabria



Scritto il by admin in Comunicati, Dai territori, Sud

Aggiungi un commento