PINOTTI PROPONE IL SERVIZIO CIVILE OBBLIGATORIO. FGC: «NON CI FAREMO SFRUTTARE»


«Non siamo disposti ad accettare un servizio civile che non sarebbe altro che l’impiego obbligatorio della gioventù in lavori sottopagati» – questa la dichiarazione di Lorenzo Lang, Segretario Nazionale del Fronte della Gioventù Comunista, in risposta alla proposta del Ministro della Difesa Roberta Pinotti di introdurre una forma di servizio civile obbligatorio.

« Questa proposta è la testimonianza degli effetti di tagli e pensionamenti senza nuove assunzioni nella pubblica amministrazione e nei settori collegati, conseguenza del Patto di Stabilità e dei memorandum dell’Unione Europea. Se il governo è intenzionato a sopperire alle mancanze di personale attraverso l’impiego obbligatorio di giovani sottopagati, ci troverà pronti alla lotta. Non ci faremo ingannare da nessuna retorica. Una misura del genere sarebbe un vero insulto di fronte ai dati che attestano la disoccupazione giovanile oltre il 40%, visto che impedisce l’assunzione stabile di lavoratori e spinge al ribasso i salari in nome della formazione civica. Una soluzione esiste ed è la rottura del Patto di Stabilità, la reinternalizzazione di tutti si servizi appaltati e la conseguente assunzione nella pubblica amministrazione di tutti i lavoratori in appalto e di tutto il personale ulteriore necessario. La gioventù in Italia non ha bisogno di altre “opportunità” di farsi sfruttare con lavori gratuiti o sottopagati, neanche in forma nobilitata chiamandoli “servizio civile” devoluto alla patria. Abbiamo bisogno di diritti che oggi ci vengono tolti: il diritto al lavoro, a una casa, alla salute, allo studio, allo sport. Non ci faremo sfruttare con il servizio civile obbligatorio.»



Scritto il by admin in Comunicati, Lavoro

Aggiungi un commento