PISA: FGC BLOCCA JOB MEETING ALL’UNIVERSITA’: «NO ALLA PRECARIETA’»

«Questa mattina i militanti del Fronte della Gioventù Comunista e del collettivo Aula R hanno manifestato la loro protesta contro la condizione dei giovani nel nostro paese, bloccando il job meeting, l’annuale incontro tra studenti e aziende “per la presentazione di stage, consulenze e programmi di formazione avanzata”, definiti dai manifestanti “tutti modi per mascherare la parola precarietà”. Nel comunicato del Fronte della Gioventù Comunista di Pisa si legge: “Il governo Monti e l’Unione Europea impongono alla nostra generazione un futuro di disoccupazione, precarietà e sfruttamento. Oltre il 35% dei giovani non trova lavoro, gli altri sono privi di diritti e vittime dello sfruttamento capitalista. Il job meeting è il momento in cui si chiude il ciclo di istruzione sempre più di classe ed inizia lo sfruttamento capitalista nel mondo del lavoro; è l’ennesimo esempio del ricatto delle multinazionali sui disoccupati, un lavoro a tempo determinato in cambio dei diritti dei lavoratori. Questo sistema cancella ogni conquista del movimento operaio e studentesco. Ci vogliono così: ad elemosinare un posto di lavoro, per quella o per quell’altra multinazionale, un baratto di merci e di uomini senza fine, quando ci riterranno improduttivi ci butteranno via come scarti. L’unica soluzione – conclude il comunicato –  è la lotta di studenti e lavoratori uniti. Siamo uomini, non merce. »

 


Scritto il by admin in Centro, Comunicati, Lavoro, Università

Aggiungi un commento