POSIZIONE COMUNE DELLE ORGANIZZAZIONI GIOVANILI COMUNISTE SUGLI SVILUPPI IN UCRAINA

Gli sviluppi della situazione in Ucraina sono particolarmente cruciali e pericolosi prima di tutto per il popolo e la gioventù del paese, che vengono trasformati nuovamente in vittime degli intensi antagonismi tra USA-UE e Russia per il controllo dei mercati, delle risorse naturali e delle vie di trasporto del paese. L’aperto intervento di UE-USA-NATO, l’utilizzo di gruppi ed organizzazioni fasciste, i discendenti delle SS, che hanno diffuso il veleno nazifascista e anticomunista e che hanno pianificato le persecuzioni e la messa al bando dei partiti politici, in primis contro i comunisti, le leggi razziste che stanno per essere emanate contro la popolazione di lingua Russa e delle altre minoranze, dimostrano il carattere degli attuali sviluppi e smascherano le bugie circa il “trionfo della democrazia in Ucraina”.

La gioventù – specialmente in Europa – può chiaramente vedere il reale volto dell’Unione Europea: un unione dei capitalisti e dei monopoli d’Europa che serve chiaramente tali interessi; questa è la ragione per cui la UE è una forza reazionaria per sua stessa natura. Rappresenta un’unione di interventi militari, guerre, supporto ai gruppi nazifascisti, per i quali l’anticomunismo è l’ideologia ufficiale. Tutti coloro che coltivano l’illusione che L’Unione Europea possa trasformarsi in una forza di pace e di stabilità in favore dei popoli hanno grandi responsabilità. Le Organizzazioni Giovanili Comuniste che firmano questa posizione:

1) Denunciano l’intervento della UE e degli USA negli affari interni dell’Ucraina, il diretto supporto offerto ai gruppi armati fascisti, le minacce di un intervento militare straniero;

2) Esprimono la loro solidarietà ai Comunisti d’Ucraina. Denunciano le persecuzioni e i tentativi di bandire il Partito Comunista d’Ucraina;

I giovani della classe lavoratrice e degli strati popolari non devono cadere nella trappola del dilemma nazionalista, scegliendo una fazione tra gli antagonismi che li sfrutteranno. Al contrario, i giovani hanno interesse nell’organizzarsi e lottare al fianco della classe lavoratrice per aprirsi la propria strada: la strada della lotta in favore dei propri attuali bisogni, in modo tale che la ricchezza resti nelle mani di coloro che la producono e affinché si liberino dal giogo delle alleanze imperialiste e dei loro antagonismi.

 

Gioventù Comunista di Austria – KJOE

Unione della Gioventù Comunista del Brasile – UJC

Gioventù Comunista Avanacando Brasile – JCA

Lega della Gioventù Comunista di Gran Bretagna – YCL

Gioventù Comunista di Bolivia – JCB

Lega della Gioventù Comunista, Canada – YCL

EDON – Cipro

Gioventù Comunista della Colombia -JUCO

Gioventù Socialista di Croazia

Gioventù Comunista di Danimarca  – Ungkommunisterne i Danmark

Gioventù Comunista dell’Ecuador – JCE

Movimento della Gioventù Comunista di Francia – MJCF

Gioventù Socialista dei lavoratori di Germania  – SDAJ

Lega della Gioventù Comunista – Georgia

Gioventù Comunista di Grecia – KNE

Fronte di sinistra di Ungheria – Baloldali Front

Fronte della Gioventù Comunista, Italia – FGC

Movimento della Gioventù Connoly – Irlanda

Lega della Gioventù Comunista, Messico -  LJC

Giovani Comunisti di Norvegia – UngKom i Norges

Gioventù Comunista del Paraguay – JCP

Gioventù Comunista Portoghese – JCP

Lega della Gioventù Comunista  RKSMb – Russia

Lega della Gioventù Comunista di Jugoslavia – SKOJ

Collettivi dei Giovani Comunisti,  Spagna  – CJC

Unione dei Giovani Comunisti di Spagna – UJCE

 




Scritto il by admin in Internazionale

Aggiungi un commento