Saluto della KNE alla nascita del FGC

Cari compagni,
A nome del Consiglio Centrale della Gioventù Comunista di Grecia vogliamo inviarvi i nostri saluti rivoluzionari. Con grande gioia siamo stati informati circa il vostro sforzo per costruire in Italia una gioventù comunista, uno sforzo che è molto importante per la prospettiva del movimento operaio-popolare e giovanile in Italia. Allo stesso tempo, questa iniziativa può dare il suo contributo agli sforzi per la ricostruzione del movimento comunista sia in Europa che a livello internazionale. Perché, come voi correttamente sottolineate, la lotta e la capacità di una gioventù comunista di organizzare i giovani a lottare per il socialismo non è un processo indipendente, ma è determinata dalla presenza e il rafforzamento del movimento comunista, dalla presenza del partito comunista in ogni paese che definisce la strategia rivoluzionaria attuale per rovesciare il capitalismo. E in ogni caso il compito principale delle Gioventù Comuniste è di essere una “scuola” col compito di educare con la teoria e con la prassi i giovani rivoluzionari, di rifornire e rinnovare le linee dei partiti comunisti con nuovi lavoratori, con nuovi comunisti. Traendo forza dalla strategia rivoluzionaria, dalla lotta per il rovesciamento del capitalismo e la costruzione del socialismo.

Cari compagni,
La crisi internazionale del capitalismo che si manifesta in modo aspro nei centri più forti dell’imperialismo, l’UE e gli Stati Uniti, diffonde in grande scala e in modo permanente i fenomeni di povertà, di disoccupazione e di miseria. Gli enormi impassi del sistema capitalista, che si trova nella sua ultima fase, portano in superficie tutta la sua natura aggressiva. Rendono più attuale e necessario che mai, il suo rovesciamento rivoluzionario, il potere operaio, il socialismo.
L’ esperienza dalla Grecia conferma che con tutti gli sforzi che fanno le forze socialdemocratiche ed opportuniste in ogni paese, con tutte le illusioni che cercano di seminare tra i lavoratori che la barbarie capitalista attuale può diventare umana, che i lavoratori e i capitalisti possono vivere in armonia, che le organizzazioni imperialiste come la NATO, l’UE, l’FMI possono cambiare natura, non riescono a nascondere la realtà del capitalismo, non riescono a nascodere che nella sua ultima fase imperialista marcisce sempre di più, intensifica lo sfruttamento, la disoccupazione, le guerre. Non riescono a nascondere che sono più mature che mai le condizioni materiali per la costruzione di una società superiore, il socialismo – comunismo, non riescono a nascodere che non vi è nessuna fase intermedia tra il capitalismo – socialismo, che la necessità di un cambiamento rivoluzionario è necessaria e realistica.
E qui giace il nostro ruolo. Siccome il corso della lotta di classe, sarà determinato in larga misura dal rafforzamento del movimento comunista mondiale e dall’ espressione che questo avrà in ogni paese. Sarà determinato dalla riorganizzazione del movimento operaio – popolare, dal porenziamento della prospettiva socialista nella lotta quotidiana della classe operaia e soprattutto dalle giovani generazioni, dal nuovo turno della classe operaia. Questo compitto riguarda anche le Gioventù Comuniste le quali assumono grande parte di responsabilità.

E comunque, l’ attacco alle esigenze e ai diritti dei giovani è accompagnato da un meccanismo di manipolazione ideologica e di intrappolamento. Che ha come obbettivo la difesa del sistema di sfruttamento, il compromesso della giovantù con il regime della schiavitù salariata, con la disoccupazione, con l’ ignoranza. Meccanismo che coltiva il fatalismo, il disfattismo, le illusioni e i falsi dilemmi. L’ anti-comunismo, il tentativo di calunniare il socialismo e del suo contributo al 20 ° secolo sono presenti all’ intero sistema scolastico borghese e non solo. Oggi, in condizioni di inteso anticomunismo, ove il sistema capitalista utilizza qualsiasi mezzo per colpire, i partiti comunisti, le gioventù comuniste, e i movimenti di base, c’è bisogno di una più stretta cooperazione e azione congiunta delle gioventù comuniste, il rafforzamento della lotta anti-imperialista anti-capitalista per soddisfare le esigenze attuali della lotta. Oggi, una forte gioventù comunista in ogni paese che lotta ad attirare i giovani, alla prospettiva del socialismo, è necessaria più che mai. Una gioventù comunista in grado di assorbire l’ ideologia marxista – leninista, l’ esperienza da i «primi assalti nel cielo», e in generale dalla storia del movimento operaio – coumunista. Che difenderà decisamente la costruzione del socialismo nel 20 ° secolo comprendendo le cause che hanno portato al rovesciamento storico di ’89 – ‘91, che combatterà contro l’ anti-comunismo e l’ opportunismo, contro la riscrittura della storia, 20 anni dopo la controrivoluzione. Una gioventù comunista con forti organizzazioni e ampi legami con i giovani degli strati popolari-operai e l’ azione pioneristica per l’ organizzazione e la loro partecipazione al movimento operaio-popolare, alla lotta di classe.

Cari compagni,
Il futuro appartiene alla gioventù, questo è ovvio e non c’è bisogno di essere dimostrato. La domanda è quale sarà la gioventù che prenderà nelle sue mani il futuro, la gioventù della classe sfruttata o la gioventù della classe sfruttatore. I giovani lavoratori e lavoratrici, i giovani dei ceti popolari non possono aspettare nulla dal vecchio, e storicamente obsoleto sistema capitalista, che si trova nella sua fase finale imperialista. Il futuro per una vita migliore per le loro esigenze è direttamente connesso con la loro partecipazione e il loro contributo allo sviluppo della lotta di classe, il rovesciamento della barbarie capitalista, la costruzione del nuovo sistema socialista. La gioventù comunista di Grecia esprime la sua solidarietà nella vostra lotta e siamo sicuri che continuerete la lotta contro lo sfruttamento dell’ uomo sull’ uomo, contro il capitalismo, per la solidarietà internazionalista e il socialismo, con ancora maggiore forza e devozione.

Viva la solidarietà internazionalista!
Viva l’ internazionalismo proletario!
Viva il socialismo – comunismo

A nome del C.C. della KNE
Theodoris Hionis
Segretario del C.C. della KNE


Scritto il by admin in Internazionale

Aggiungi un commento