MESSAGGIO DI SALUTO DEL CC DELLA KNE PER IL QUINTO ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL FRONTE DELLA GIOVENTÙ COMUNISTA

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Cari compagni del Fronte della Gioventù Comunista – FGC

A nome del Consiglio Centrale della KNE (Gioventù Comunista di Grecia) condividiamo la gioia per la celebrazione del quinto anniversario della vostra organizzazione e esprimiamo i nostri fraterni saluti comunisti ai quadri e ai militanti del FGC! Leggi il resto


MESSAGGIO DEI CJC (COLLETTIVI DEI GIOVANI COMUNISTI – SPAGNA) PER IL QUINTO ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL FRONTE DELLA GIOVENTÙ COMUNISTA

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Stimati compagni,

 

con l’occasione del quinto anniversario della fondazione del Fronte della Gioventù Comunista vorremmo inviarvi un saluto fraterno e caloroso a nome della Commissione Politica dei Collettivi dei Giovani Comunisti.

Fin dalla fondazione stessa della vostra organizzazione, come CJC siamo stati molto attenti allo sviluppo e al consolidamento che siete andati a realizzare. Leggi il resto



5 ANNI DI LOTTA, 5 ANNI DI IMPEGNO, UN FUTURO DA CONQUISTARE

Scritto il by admin in Senza categoria | Lascia un commento  

Il 10 giugno di cinque anni fa si concludeva l’assemblea fondativa nazionale del Fronte della Gioventù Comunista. Intorno a noi, in pochi avrebbero scommesso che cinque anni dopo saremmo stati qui a tracciare un bilancio decisamente positivo del nostro lavoro. Anzi, anche all’interno di alcuni settori del movimento comunista e della sinistra molti sono convinti che l’unico modo per mantenere qualche forma di consenso sia rinunciare ai propri principi, e per questo ritenevano quasi antistorica l’idea di costruire una gioventù comunista su posizioni coerentemente rivoluzionarie. Leggi il resto



NO ALLA REPRESSIONE ANTICOMUNISTA IN UCRAINA. MANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETÀ IL 7 GIUGNO.

Scritto il by admin in Internazionale | Lascia un commento  

Il Partito Comunista (PC) e il Fronte della Gioventù Comunista (FGC) esprimono la solidarietà dei comunisti italiani ai comunisti ucraini che lottano contro la feroce repressione anticomunista da parte del governo di Kiev. Una politica repressiva iniziata nel 2015 con le “leggi di decomunistizzazione”, come la scellerata legge “Sulla condanna dei regimi totalitari comunista e nazionalsocialista in Ucraina e il divieto di propaganda dei loro simboli” che equipara nazismo e comunismo, e col tempo diventata sempre più aspra. In Ucraina è stata impedita la partecipazione dei comunisti alle elezioni ed è in corso un procedimento per la messa fuori legge del Partito Comunista di Ucraina (KPU), che alle elezioni del 2012, prima del colpo di Stato del 2014, contava il 13% dei voti affermandosi come quarto partito del paese. Il 31 maggio ci sarà una nuova udienza, che potrebbe sancire l’illegalità del partito comunista. Leggi il resto



TRUMP CONTESTATO, STRISCIONE AL COLOSSEO: «NOT WELCOME»

Scritto il by admin in Comunicati, Nazionale | Lascia un commento  
Chi firma accordi per 100 miliardi di forniture di armi all’Arabia Saudita, principale sponsor del terrorismo; chi bombarda la Siria; chi tenta di rovesciare il governo venezuelano di Maduro; chi intende confermare e appesantire la politica di blocco economico contro Cuba; chi minaccia la guerra con la Corea del Nord; chi sostiene gli interessi imperialistici dell’oligarchia finanziaria americana in tutto il mondo non è il benvenuto a Roma.



PINOTTI PROPONE IL SERVIZIO CIVILE OBBLIGATORIO. FGC: «NON CI FAREMO SFRUTTARE»

Scritto il by admin in Comunicati, Lavoro | Lascia un commento  


«Non siamo disposti ad accettare un servizio civile che non sarebbe altro che l’impiego obbligatorio della gioventù in lavori sottopagati» – questa la dichiarazione di Lorenzo Lang, Segretario Nazionale del Fronte della Gioventù Comunista, in risposta alla proposta del Ministro della Difesa Roberta Pinotti di introdurre una forma di servizio civile obbligatorio.
Leggi il resto



FGC: CONDANNIAMO LA REPRESSIONE ANTICOMUNISTA E L’ARRESTO DEI QUADRI DEL PCOR

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale | Lascia un commento  

Il Fronte della Gioventù Comunista condanna l’arresto del compagno Alexander Batov, membro del CC del PCOR (Partito Comunista Operaio di Russia), responsabile nella città di Mosca del Rot Front e presidente onorario della RKSM(b) (Lega della Gioventù Comunista Rivoluzionaria Bolscevica), insieme a quello di altri compagni e quadri del PCOR e del Rot Front, tra cui il responsabile di Nizhny Novgorod.
Leggi il resto



INVALSI. MIGLIAIA DI PROVE IN BIANCO. FGC: «DAGLI STUDENTI UN NO DECISO A QUESTO MODELLO DI ISTRUZIONE»

Scritto il by admin in Scuola | Lascia un commento  

Migliaia di prove consegnate in bianco, una grande adesione alla protesta contro la dequalificazione della scuola, che ha visto il Fronte della Gioventù Comunista in prima linea a livello nazionale per promuovere e organizzare il boicottaggio dei quiz a crocette. A Roma l’85% degli studenti di seconda ha consegnato il test in bianco al Liceo “Argan”, il 70% al “D’Assisi” e il 60% all’ITIS “Hertz”. A Milano adesione quasi totale al Liceo “Omero”, dove il 95% degli alunni si è rifiutato di svolgere la prova, mentre l’IIS “Oriani-Mazzini” ha boicottato al 70%, con picchi del 100% in più classi seconde. All’Istituto Professionale “Boselli” di Torino si registrano picchi del 70-80% in diverse classi con un boicottaggio complessivo attorno al 50%. Cresce il boicottaggio in Trentino, con un 40% al Liceo “Da Vinci” e picchi del 100% in più classi seconde, nonostante i tentativi di repressione della protesta. Altissima l’adesione anche nelle scuole di Venezia, che raggiunge il 100% all’IIS Algarotti e al Liceo “Guggenheim”, mentre si attesta al 90% al Liceo “Foscarini”. Straordinari anche i risultati a Cosenza, con una adesione totale agli Istituti “Monaco” e “Cosentino” percentuali del 90% Liceo “Scorza” e all’IIS “Pezzullo”. All’ISPCT “Boccioni” di Reggio Calabria tutti gli studenti hanno consegnato in bianco le prove, mentre all’ITT “Panella – Vallauri” l’adesione si ferma al 72%. Infine anche a Palermo, con un 75% all’IIS “Einstein”, i giovani delle scuole superiori dimostrano una ferma opposizione al modello INVALSI.

Leggi il resto



IL 9 MAGGIO BOICOTTIAMO I TEST INVALSI

Scritto il by admin in Scuola | Lascia un commento  


Il prossimo 9 maggio a tutti gli studenti di seconda superiore saranno somministrati i test INVALSI. Ogni anno, mentre le scuole italiane sono ridotte in condizioni disastrose in seguito a tagli miliardari, si spendono più di 20 milioni di euro per lo svolgimento di queste prove, che vengono presentate come uno strumento obiettivo di valutazione necessario al miglioramento del sistema d’istruzione superiore.

In realtà i test INVALSI contribuiscono allo smantellamento della scuola pubblica e alla crescente differenziazione tra scuole di serie A e di serie B, preparando la futura introduzione di un sistema di finanziamento delle scuole (compresi gli istituti privati) in base alla loro posizione in graduatoria. Una specie di Robin Hood al contrario, che tende a premiare le scuole più prestigiose, e che trascinerà le scuole verso una competizione sfrenata pur di ottenere i pochi fondi rimasti dopo i tagli di questi anni. In questo modo si dilata il divario tra gli istituti più ambiti e prestigiosi, in grado di offrire maggiori “servizi”, e le scuole più in difficoltà, che resteranno sempre più abbandonate a loro stesse. Un meccanismo che non è assolutamente in grado di assicurare un’istruzione di qualità a tutti, indipendentemente dalla propria condizione sociale ed economica!

Leggi il resto



NO ALLA GUERRA IN SIRIA!

Scritto il by admin in Comunicati, Internazionale, Nazionale | Lascia un commento  


Il Fronte della Gioventù Comunista condanna fermamente l’aggressione imperialista avvenuta nei confronti della Siria da parte delle forze armate degli Stati Uniti. L’attacco missilistico contro la base di Al Shayrat è la dimostrazione che negli scorsi giorni abbiamo assistito ad una battente campagna mediatica volta giustificare un intervento militare diretto contro la Siria dietro lo spauracchio dell’utilizzo delle armi chimiche anche in assenza di prove, come già tentato nel 2013 e come accaduto nel caso dell’aggressione imperialista all’Iraq nel 2003.

Condanniamo, come abbiamo fatto sin dall’inizio dell’esplosione del conflitto, i piani di spartizione della Siria e gli enormi interessi monopolistici, legati soprattutto alla posizione strategica di quel paese sul tracciato del progetto del più grande gasdotto del mondo, alla base di un potenziale escalation militare e nel complesso le politiche imperialiste di USA e UE che hanno condotto alla guerra civile in Siria tramite il finanziamento di forze islamiste e terroriste, con gravissime conseguenze per il popolo siriano. Ribadiamo la nostra piena solidarietà al Partito Comunista Siriano, all’Unione della Gioventù Comunista Siriana – Khaled Bagdash e a tutto il popolo siriano, e il sostegno alla loro lotta condotta da anni in condizioni durissime.

Leggi il resto